MediterraneiNews.it

Intelligence. Successo del corso di laurea magistrale dell’Università della Calabria. Il primo ottobre inizieranno le lezioni.

Rende (22.9.2018) – Sono state 44 le domande per coprire i 19 posti disponibili al corso di laurea magistrale in intelligence e analisi del rischio promosso dal Dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione unitamente al Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale e del Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche. La percentuale delle domande pervenute è oltre del 231% dei posti messi a bando, risultando una delle percentuali più significative dell’ateneo. Il 25 settembre 2018 alle ore 15 si svolgeranno le prove di ammissione, i cui risultati si aggiungeranno alla valutazione dei titoli. Le domande di iscrizione sono pervenute da molte regioni italiane. L’inizio delle lezioni è previsto per il prossimo primo ottobre. Il Rettore dell’Università della Calabria Gino Crisci ha dichiarato che “i risultati confermano la validità della scelta dell’ateneo di dare vita a un corso di studi primo nel nostro Paese che risponde alle esigenze dei giovani”. Per Mario Caligiuri, (in foto) docente di riferimento del Corso di laurea e Direttore del Master dell’ateneo, “l’intelligence è il tempo del futuro e ci auguriamo che questa materia presto raggiunga il pieno riconoscimento accademico, così come avviene in tante altre nazioni”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Cosenza, operazione “Highlanders”, 11 indagati e provvedimenti di sequestro per oltre 450mila euro

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Cosenza hanno avviato un’autonoma attività volta alla prevenzione, ricerca e repressione delle violazioni che ledono gli interessi economici e finanziari pubblici, con specifico riferimento alla regolarità della percezione delle pensioni erogate dagli Enti previdenziali nei confronti di soggetti ultranovantenni residenti nella Provincia Brutia. Nell’ambito…

Leggi tutto »

Cosenza: la replica del Soprintendente Mario Pagano relativa alle recenti polemiche sulla rimodulazione degli uffici di piazza Valdesi.

“Bisogna valorizzare il lavoro di conservazione e valorizzazione dei beni culturali di queste province: è l’obiettivo che mi sono posto sin dal mio insediamento affrontando quotidianamente diversi ostacoli e sfide.” Così Mario Pagano, soprintendente della Sabap per le provincie di Catanzaro, Cosenza e Crotone.L’archeologo, cui si deve la rinascita di…

Leggi tutto »