MediterraneiNews.it

Oliverio indagato, ma non interdetto dall’incarico.

Pino Macino, da Pupari & Pupi
Ho letto velocemente l’ordinanza del GIP distrettuale di Catanzaro. Abbastanza velocemente ma sufficientemente per rendermi conto della sostanziale falsità delle notizie subito date dalla  stampa e ripetute senza controllo dai politici interessati alla caduta di Mario Oliverio. Preciso che l’ho votato perchè ne ho avuto fiducia. Siccome, come da abitudine, non ho mai salito le scale del potere, non sono mai andato a trovarlo e mi limito a registrare la mediocrità della sua azione in una Regione che aveva ha bisogno di eccellenza nell’impegno.Se un nuovo Presidente della Regione non sa fare la differenza, la sua azione non è apprezzabile.
Oliverio non ha fatto la differenza che un popolo affamato di onestà e giustizia, competenza e fattività si aspettava. Ma torniamo all’ordinanza. La posizione di Oliverio esclude contestazione di interessi o cointeressi mafiosi. Appare immediatamente una posizione limitata, facilmente controllabile con una seria istruttoria.
Il Presidente non viene interdetto dal suo incarico. Ne viene disposto soltanto l’obbligo di dimora, per evitare che possa inquinare qualche possibile prova. Immagino che, per come è malamente scritta, il Tribunale della Libertà non farà fatica ad annullarla. Ma quel che qui mi interessa è altro: l’attacco ad Oliverio ha squisita natura politica, così come la falsità delle notizie diffuse su aggravanti di metodo mafioso a suo carico; l’intervento del Rozzo Salvini – che già scrive una sentenza di condanna –  parla già di elezioni in Calabria; il silenzio del PD, allo stato fragoroso….ne rivela le divisioni e lo sbando.
Quel che ne risulta è la solita storia: la Calabria è tutta mafia: E non è così. Ma conviene a molti che così sia. Sono sempre gli stessi e sono quelli che faranno di tutto perchè la Calabria non cambi. Vinceranno ancora.
Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Scuola di specializzazione in Cardiochirurgia a Catanzaro, Mangialavori (FI) presenta un interrogazione al governo.

Il governo deve spiegare le motivazioni che hanno portato alla mancata previsione di posti statali per la Scuola di specializzazione in Cardiochirurgia dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro. È questa la richiesta che ho avanzato all’esecutivo, in una interrogazione parlamentare con carattere d’urgenza. Lo dichiara in un interoggazione il senatore di Forza…

Leggi tutto »

Reggio Calabria, richiesto il rinvio a giudizio per i vertici pro-tempore della società di gestione dell’aeroporto dello stretto “Tito Minniti”

In esito alle indagini condotte dai militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, il Pubblico Ministero titolare delle indagini ha avanzato al Giudice per l’Udienza Preliminare di Reggio Calabria la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di 10 persone, tra componenti del Consiglio di amministrazione…

Leggi tutto »