MediterraneiNews.it

Cesare Battisti riportato in Italia, esulta la Federazione sindacale di Polizia

santa cruz
valter mazzetti
valter mazzetti

<La giustizia fa sempre il suo corso grazie a chi lavora instancabilmente>. Ad affermarlo è Valter Mazzetti, segretario generale della Federazione sindacale di polizia (Fsp), che, nel giorno del ritorno in Italia del latitante Cesare Battisti, già condannato all’ergastolo per quattro omicidi commessi tra il 1977 ed il 1979, non nasconde la propria soddisfazione per il colpo messo a segno dall’Interpol in collaborazione con la Polizia di Stato e con le forze dell’ordine boliviane. <L’arresto di Cesare Battisti – afferma – è un’ottima notizia che tutti aspettiamo da troppo tempo e che conferma oltre tutto come, quando c’è la volontà, la giustizia faccia sempre il suo corso e come l’attività di chi lavora per la legalità, caparbiamente e instancabilmente, come la nostra straordinaria intelligence, produca sempre i suoi risultati. E’ chiaro che aspettiamo il prossimo determinante passo di vedere questo criminale occupare il posto che gli spetta in una cella dove dovrà restare fino all’ultimo dei suoi giorni>.

Mazzetti, ripercorrendo la storia dell’esponente del “Proletariato armato per il comunismo” (Pac), rimarca che <nel passato abbiamo visto accadere in questa dolorosa vicenda delle cose indegne del rispetto dovuto a un Paese civile e democratico come l’Italia, e soprattutto delle tante famiglie che Battisti ha distrutto con la propria violenza. Un orrore che non ha proprio nulla di ‘politico’, ma che identifica semplicemente un crudele assassino che deve saldare il proprio debito senza sconti, senza ulteriori ritardi, e senza alcuna ulteriore possibile copertura>. A suo parere <nulla potrà attenuare la frustrazione di aver visto per tanto tempo un pluriomicida vivere in libertà, mentre le famiglie che ha devastato hanno subito la condanna del lutto e della sofferenza a vita, e mentre le Istituzioni che hanno tanto lavorato per far luce sui suoi crimini hanno subito la beffa dell’attesa>. In ogni caso <adesso deve arrivare inesorabile il momento di mettere questo criminale senza scrupoli davanti alle proprie responsabilità, al proprio vergognoso passato nel quale ha seminato orrore e lutto, per pagare finalmente il conto alla giustizia italiana>.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Limbadi (VV), il 9 Giornata in ricordo di Matteo Vinci… ma quante polemiche!

Promossa dalla famiglia Vinci-Scarpulla, l’associazione “Agende Rosse” e la fondazione “La città invisibile”, si svolgerà il 9 aprile, la Giornata del ricordo e della lotta alla mafia in onore di Matteo Vinci, nel primo anniversario della tragica morte del giovane biologo rimasto ucciso in seguito allo scoppio di un’autobomba piazzata all’interno della…

Leggi tutto »

Ora i politici son tutti mattarelli. Davanti alla incapacità di formare un governo, il presidente Mattarella interviene proponendo un governo di servizio.

“Insomma…..inconcludenti e irresponsabili. Non sanno nemmeno contare…e per oltre due mesi ci hanno raccontato di avere vinto. Non hanno programmi…non hanno politiche…hanno solo slogans e non sanno nemmeno cosa sia la Responsabilità verso il Paese”. Questo è quanto scrive l’avv. Pino Macino nella sua rubrica Pupari & Pupi.  Tra i leader…

Leggi tutto »