La crisi politica impazza nella calda estate.
La crisi politica impazza nella calda estate.

MediterraneiNews.it

La crisi politica impazza nella calda estate.

Pino Macino, da Pupari & Pupi

Pochi giorni di vacanza….fuori  e lontano per non avere pensieri.Ci pensa Salvini, tra un bagno ed un altro sulle spiagge italiane, a guastare la festa degli altri. Non c’è tempo per partecipare al Consiglio  dei Ministri…più importante  la folla dei bagnanti possibilmente adoranti ….  qualche pensiero alla Madonna, e – mai il sacro senza il profano – circondato da belle fanciulle…come piace all’immaginario mascolino dell’italiano medio. Cade il Governo…mentre il Rozzo invoca inesistenti pieni poteri….il caldo fa venire strane idee sull’architettura costituzionale del Paese….Renzi inaspettatamente  si abbarbica ai 5 stellati, che…oramai disperati…continuano lo stesso a dire:” no, tu no! ” Purtroppo non è una farsa…è una deriva argentina….una ubriacatura che passa dalla certezza che un popolo stanco è pronto a passare il Governo a questo improbabile uomo della provvidenza.Non la faccio lunga: il pericolo è questo ed è reale. E l’imperativo è impedirlo.Non mi importa nulla dei sondaggi. Ho altra idea della democrazia. Ragiono secondo l’esperienza storica. E tutto mi dice che Salvini è un pericolo per la democrazia, per gli interessi del Paese, per gli Italiani. Non so come e dove  si arriverà….tutto muta in fretta perchè il livello della opposizione è stato ed ancora è quello che è. Ma una cosa sola so: mettiamoci d’accordo e presto, su minimi accettabili . I 5 stelle e Salvini hanno fatto un Governo porcheria dopo essersele dette in  tutti i modi e colori…lo hanno perfino fatto stando insieme al Governo…anzi sono ancora insieme  nel Governo!…e si daranno  da soli la sfiducia. I limiti etici sono stati largamente superati. Ora bisogna tentare di ragionare. Certo Renzi vuole il tempo solo  per formare il suo partitino…gli incantati dalle Stelle…vogliono ancora poter dire di avere vinto le elezioni…Zingaretti dirige un Partito che però nel  Parlamento la pensa come Renzi, perchè ce li ha messi lui…Le sinistre dure e pure o così così..potrebbero scomparire.Tutti hanno bisogno del Generale Tempo….ma nessuno pare disporre di  una linea diretta con lui. Io, nelle condizioni date, farei patti pure col diavolo…sarà sbagliato…ma alla fine è la sola cosa ragionevole….A mali estremi…Sul piano etico vale il criterio della riduzione del danno?…il principio di precauzione.? Continuo a pensare che valgano ..eccome !!.E spererei che di questi principi vorrà tenere  conto anche il Presidente Mattarella, declinandoli nelle diverse e possibili soluzioni costituzionali.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Calabria, Arpacal avverte: un terzo dei comuni della regione non ha trasmesso i dati sui quantitativi di raccolta differenziata e rifiuti urbani prodotti

Un terzo dei comuni calabresi non ha trasmesso all’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria) i dati sui quantitativi di raccolta differenziata e rifiuti urbani prodotti nel 2017. Lo ha dichiarato la stessa Agenzia con una nota nella quale si ricorda che “il  termine fissato dalla Regione nel…

Leggi tutto »

Trebisacce, Ospedale Chidichimo. Il Sindaco incontra il Commissario ad acta Cotticelli

Dopo lo strappo dei giorni scorsi, nella mattinata di venerdì 18 ottobre, si è svolto a Catanzaro l’incontro tra il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, il Commissario ad acta della sanità calabrese, Generale Saverio Cotticelli, e il sub Commissario dott.ssa Crocco, per tornare a parlare dei problemi relativi all’ospedale di…

Leggi tutto »
La crisi politica impazza nella calda estate.