Maierato (VV), il comitato per la difesa della dignità dell’agricoltura riprende la lotta per contenere la popolazione dei cinghiali
Maierato (VV), il comitato per la difesa della dignità dell’agricoltura riprende la lotta per contenere la popolazione dei cinghiali

MediterraneiNews.it

Maierato (VV), il comitato per la difesa della dignità dell’agricoltura riprende la lotta per contenere la popolazione dei cinghiali

Il Comitato per la difesa della dignità dell’agricoltura del comprensorio di Maierato, Sant’Onofrio, Filogaso e Stefanaconi indice una assemblea di tutti gli agricoltori, sabato 19 ottobre alle 21, presso il Centro Polifunzionale di Maierato.

Saranno discusse e decise nuove importanti iniziative di lotta per denunciare, ancora una volta, la mancanza di una politica di reale contenimento della popolazione dei cinghiali nel territorio agricolo e chiedere alla Regione ed al Governo immediati interventi risolutivi.

“Dopo le tante iniziative di lotta intraprese – affermano i componenti – non si sono visti ancora provvedimenti realmente efficaci. I selettori che sono stati qualificati e che (dobbiamo riconoscere) con impegno si sono dedicati sul territorio, non hanno inciso concretamente sulla massiccia presenza e sulla pericolosità delle popolazioni di ungulati, che imperversano ancora sul nostro territorio. Non poteva essere diversamente, vista l’entità del fenomeno lasciato a se stante ormai da anni. Nel frattempo la Regione Calabria tenta di approvare un tortuoso regolamento  accertamento danni , dove mette solo dei vincoli all’agricoltore, in termini di interventi  e  opere di prevenzione;  nessun articolo, neanche il minimo cenno a interventi di risolutivi o di riduzione della fauna. Nessun punto a difesa dell’agricoltura. In poche parole la causa del sovra-popolamento viene attribuita all’agricoltore. E’ una vergogna! Non ci resta altro che riprendere con decisione la nostra azione di lotta. Invitiamo tutto gli agricoltori a partecipare all’assemblea di sabato, per discutere insieme del problema e programmare iniziative di forte denuncia verso i rappresentanti delle Istituzioni Pubbliche Regionali e Nazionali preposte e per chiedere provvedimenti davvero risolutivi, nel rispetto del nostro lavoro e del territorio a cui apparteniamo”.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Cavallaro (CISAL), da il benvenuto al prefetto Longo.

“L’arrivo del Prefetto Guido Longo al vertice dell’Ufficio Territoriale di Governo di Vibo Valentia, così come nelle previsioni, è stato salutato con grande attenzione da istituzioni, sindacati, professioni, associazionismo e opinione pubblica e la convinzione che il massimo responsabile del governo della provincia sia in grado di scrivere una pagina importante…

Leggi tutto »

La scomparsa di Giovanni Barberio, una perdita per tutta Vibo.

Ha scosso molto tutta Vibo, la notizia dell’improvvisa scomparsa del presidente dell’Unione italiana ciechi ed ipovedenti (Uici) di Vibo Valentia, Giovanni Barberio – 38 anni coniugato e padre di una bimba – che è deceduto stanotte per un malore. Barberio si era reso protagonista di numerose iniziative a sostegno a ciechi…

Leggi tutto »
Maierato (VV), il comitato per la difesa della dignità dell’agricoltura riprende la lotta per contenere la popolazione dei cinghiali