Strada provinciale 23, Toninelli ritorna in strada e la diatriba con gli enti locali riprende
Strada provinciale 23, Toninelli ritorna in strada e la diatriba con gli enti locali riprende

MediterraneiNews.it

Strada provinciale 23, Toninelli “ritorna in strada” e la diatriba con gli enti locali riprende

Nella giornata di ieri, l’ex ministro delle infrastrutture, Danilo Toninelli, insieme al senatore Giuseppe Auddino, prima di raggiungere il porto di Gioia Tauro, è ritornato, dopo circa quattro mesi dalla sua inaugurazione in pompa magna,  sul tratto Joppolo-Coccorino della Sp 23 nuovamente interdetto al traffico a causa di cedimenti di pietre e massi dovuti al maltempo.

“A luglio eravamo riusciti a fare una sorta di mezzo miracolo aprendo la strada – ha affermato l’ex ministro – avendo compreso il danno nei confronti dell’economia del territorio che ci sarebbe stato nel caso in cui fosse rimasta chiusa. Ma non può essere nuovamente chiusa per del pietrisco caduto sul manto stradale, basterebbe mettere una rete e svuotarla dai sassi quando piove”.

Toninelli si sarebbe informato di quanto avvenuto negli ultimi giorni sulla Sp 23 direttamente dall’amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini. “Quando a luglio è stata consegnata a Provincia e Regione – ha dichiarato Toninelli – la Provincia doveva prendersi l’onere di mantenerla, di svuotare le reti preesistenti dal pietrisco, non avendolo fatto alla prima grande pioggia, al primo maltempo del pietrisco è sceso sulla carreggiata e l’hanno richiusa al traffico nuovamente. Anas è disposta a riprendersi in carico la pulizia della strada per consentirne la riapertura – afferma il rappresentante del M5S –, ma Regione e Provincia dovranno garantirne la manutenzione, se non vogliono occuparsene la gestione deve passare ad Anas. Certo non è possibile usufruire dell’ex “mulattiera”, molto pericolosa. Informeremo di questo il ministro Paola De Micheli”.

Intanto, in settimana, dovrebbe ritornare l’impresa per svuotare le reti corticali posizionate sul dorsale montuoso da tempo piene di pietrisco e togliere alcuni massi pericolanti incastrati sui muri di protezione.

“Sono sorpreso, dispiaciuto e per certi versi sconcertato dalle dichiarazioni rilasciate ai media dal senatore Toninelli, il quale ci ha addossato critiche che, in questa fase, non meritiamo assolutamente”. Questo quanto affermato dal presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, che non lascia cadere nel vuoto il giudizio critico mosso, nei riguardi dell’amministrazione provinciale, dall’ex ministro alle Infrasutture, Toninelli. Solano spiega, quindi, il perché del suo risentimento. “La Provincia di Vibo ha adottato, responsabilmente, un’ordinanza di chiusura del tratto stradale Joppolo-Coccorino su specifiche comunicazioni delle forze dell’ordine e dell’Anas. Chiusura avvenuta, nelle scorse settimane, a causa di cedimenti di pietre e massi dovute al maltempo. Toninelli – ha evidenziato il presidente Solano – ha addirittura attribuito alla Provincia di Vibo la responsabilità di non aver effettuato interventi di manutenzione. Dovrebbe, però, sapere l’ex ministro che ciò non compete alla Provincia, in quanto si tratta di un’area di cantiere dove sta operando, sotto la direzione dell’Anas, la ditta esecutrice dei lavori. Il senatore Toninelli piuttosto che rilasciare dichiarazioni ingenerose e fuorvianti – ha infine dichiarato Solano – avrebbe potuto rileggersi con attenzione le convenzioni. Dispiace dunque constatare che un uomo delle istituzioni, invece di affrontare con la dovuta serietà la problematica in questione, si sia lasciato andare in disquisizioni superficiali che appartengono alla sterile propaganda politica”.

Anche per Auddino “tutti devono lavorare affinchè la strada venga riaperta il più presto possibile – ha affermato–. Io, Toninelli e il collega Tucci continueremo a tenere alta l’attenzione”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Vibo Valentia, auto impantanata rimessa su strada dai Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia sono intervenuti, ieri sera, alle ore 22.40 circa, in contrada “Cuccuruta” per soccorrere degli automobilisti. Una coppia  con due bambini a bordo, a causa delle errate indicazioni del navigatore satellitare, aveva imboccato una strada sterrata e senza uscita. Il conducente,…

Leggi tutto »

A Gioia Tauro incontro dal tema:”160 anni fa sono sbarcati i Mille, e poi come sono cambiate le cose al Sud dopo l’Unità D’Italia”

“160 anni fa  sono sbarcati i Mille, e poi… come sono cambiate le cose al Sud  dopo l’Unità d’Italia”, è stato il tema del convegno che si è svolto a Gioia Tauro nella storica Sala Fallara, fortemente voluto e organizzato dall’Associazione Pensionati della città, presieduta da Natal Zucco, con il…

Leggi tutto »
Strada provinciale 23, Toninelli ritorna in strada e la diatriba con gli enti locali riprende