A Nicotera è stata disciplinata la De.Co

Author: Nessun commento Share:

Da ieri, anche il comune di Nicotera, è tra le tantissime realtà italiane che ha provveduto a disciplinare la cosidetta De.Co. (denominazione comunale), cioè una certificazione del settore agroalimentare che ha la funzione di legare i prodotti tipici locali e le loro fasi di realizzazione, ad un particolare territorio.

Nate sulla scia della legge 142/90, che consente ai comuni di disciplinare anche in materia di valorizzazione delle attività agro alimentari tradizionali, la De.Co. serve a dimostrare l’origine locale dei prodotti, fissando la loro composizione e garantendo la genuinità degli ingredienti e dei metodi di lavorazione e, nel tempo è diventata anche uno strumento di marketing territoriale.

Il regolamento approvato oggi dal consiglio comunale cittadino, su imput dell’assessore alle attività produttive, Robertino Massara, (nella foto) oltre a stabilire le modalità di attribuzione, promozione e tutela della De.Co., si propone di promuovere iniziative dirette a sostenere ogni forma d’intervento culturale, a sostegno del patrimonio di tradizioni, cognizioni ed esperienze relative alle attività agro-alimentari, riferite a quei prodotti, eventi e manifestazioni che, per la loro tipicità locale, sono motivo di particolare interesse pubblico e, come tali, meritevoli di valorizzazione, nonché di promuovere, attraverso le produzioni tipiche locali, il ruolo e la professionalità delle imprese agricole, artigianali e commerciali del territorio di Nicotera.

Il regolamento in questione, definisce innanzitutto cosa si intende per prodotto tipico locale e istituisce e disciplina il marchio (vedi logo in allegato) di cui i prodotti insigniti della DeCo, potranno fregiarsi. A tale fine, viene anche istituito un apposito registro comunale e sono stati stabiliti, anche in questo caso, dei rigidi paletti per l’iscrizione a questo. Negli altri articoli successivi, si è poi istituita una commissione comunale ad hoc per esaminare le richieste di iscrizione al registro De.co e sono stati altresì definiti controlli e sanzioni per chi non rispetta i disciplinari di produzione, o verso chi perde i requisiti richiesti.

Altre iniziative – come la creazione del paniere dei prodotti Deco e l’istituzione di una sezione tematica della biblioteca comunale, sui prodotti tipici locali o l’articolo inserito ad hoc anche sulle manifestazioni locali che si caratterizzano per la promozione dei prodotti tipici locali e che verranno iscritte in un apposito albo comunale – rientrano infine nel campo delle attività ulteriori di promozione che l’amministrazione e in particolare questo assessorato, intende attivare.

“Il regolamento è’ ovviamente un punto di partenza – ha dichiarato lo stesso assessore Massara – poiché il vero lavoro di valorizzazione e promozione dei prodotti tipici locali inizia adesso ma crediamo che, nel paese che si vanta della paternità scientifica della cosiddetta Dieta mediterranea, si debba cominciare a operare dal basso, da una questione come la Deco che può sembrare marginale ma che invece – e lo dimostrano le centinaia di comuni che l’hanno adottata – può essere il primo passo per valorizzare veramente il comparto agricolo nicoterese. Adesso, il prossimo passo sarà quello di portare a conoscenza dei produttori locali, l’istituzione della De.co stessa, individuare un paniere di prodotti tipici, sollecitare le richiedete di iscrizione all’albo oggi istituito e attivare l’iter di riconoscimento”.

Condividi questo Articolo
Previous Article

A Reggio Calabria incontro sul “Relitto di Porticello”

Next Article

A Vibo Valentia ricordato Vittorio Bachelet

You may also like