MediterraneiNews.it

A Cirò la prima tappa del Festival itinerante “Rosso Calabria”.

“Banchi d’assaggio, degustazioni, cantine aperte, concerto in piazza. Cirò e il crotonese saranno la prima tappa del festival itinerante di Rosso Calabria dedicato al turismo, ai vini e alle produzioni tipiche della Calabria”. Lo ha annunciato l’Ufficio stampa della Regione Calabria in una nota nella quale si pone in risalto come sia il territorio, “il tema portante dell’evento promosso dalla Regione, nelle sue declinazioni culturali ed enogastronomiche più rappresentative e storiche. Il Cirò, con il suo vitigno “Gaglioppo” è stato inserito nella classifica dei “12 vini che vale la pena di scoprire” del New York Times. L’autore della classifica, Eric Asimov, afferma che l’uva “può produrre rossi sfarzosamente rustici”, con aromi di rose e fumé e tannini griffati”.

“Il celebre vino – si legge sempre nella nota in questione – che ha portato la Calabria a distinguersi nello scenario internazionale, sarà il filo conduttore di un racconto enoturistico articolato in diversi momenti di approfondimento e conoscenza della cultura e del paesaggio. Questa vetrina del “Made in Calabria” si inserisce nell’ampio progetto regionale di sviluppo sinergico tra settore turistico e produttivo in vista della crescita del segmento del turismo esperienziale”.

“La Calabria ha tutte le carte in regola per proporsi al turismo slow e ai viaggiatori. – ha dichiarato in merito il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio – per il quale “il patrimonio agroalimentare che ci contraddistingue, la ricchezza dei paesaggi, i borghi, le nostre coste, il sapere culinario che è stato studiato da Ancel Keys per formulare La Dieta Mediterranea di Nicotera, la millenaria cultura vinicola e olivicola. Stiamo lavorando per renderli tasselli complementari di una proposta variegata di turismo valida tutto l’anno. In questi ultimi anni le risorse, il know how e le strategie messe in campo dalla Regione, stanno trasformando la condizione di ritardo in un punto di forza. Il brand Rosso Calabria si inserisce in questo piano di crescita ed è stato formulato proprio per accendere i riflettori su un territorio che ha tanto da raccontare e offrire”.

“L’intera giornata di sabato 14 luglio – si leggeancora – sarà focalizzata sul nuovo progetto di percorso enogastronomico promosso dall’Enoteca regionale e sulle iniziative di scoperta del territorio e dei suoi vini, dai tasting al trekking sulle vigne, a cura delle cantine ‘A Vita, Baroni Capoano, Brigante, Cantine Greco, Cataldo Calabretta, Ceraudo, Cote di Franze, Dell’Aquila, Du Cropio Winery, Fezzigna, Ippolito 1845, La Pizzuta del Principe, Librandi, Salvatore Caparra, Scala Cantina e vigneti, Senatore vini, Sergio Arcuri, Tenuta del Conte, Vulcano. La Casa del Vino di Cirò invece ospiterà degustazioni guidate da esperti e critici del vino: ‘La Costa Crotonese terra dei Rosati’; ‘I Rossi del consorzio Cirò e Melissa’; ‘ I vitigni a bacca bianca del Crotonese’.

Al calare del sole prenderà vita la grande festa nel borgo di Cirò con concerto e banchi d’assaggio dei vini di tutti i territori regionali abbinati ai prodotti calabresi Dop e Igp . La due giorni di Rosso Calabria accoglierà anche la stampa di settore nazionale e internazionale con un press tour dedicato. Le testate partecipanti: Intravino, Winenews, Gambero Rosso, Natura delle Cose, Possibilia Editore, Il Mattino, Porthos, GQ, James Magazine, La Repubblica Sapori, Internet Gourmet, Identità Golose, Go Wine e la testata tedesca Weinwirtschaft.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Master Intelligence e crisi internazionale. L’Unical sempre protagonista nelle analisi geo politiche. Cina, Russia, Usa…

RENDE (2.5.2017) – La complessità delle attività di intelligence, l’interesse nazionale e il ruolo della Cina sono stati i temi delle lezioni conclusive della Sesta edizione del Master in Intelligence dell’Università della Calabria – diretto da Mario Caligiuri – e che ha visto la partecipazione di Alessandro Ferrara, del Reparto…

Leggi tutto »

Arriva lo snack fatto con le “clementine” di Calabria.

E’ propio vero che le idee più semplici sono quelle che non vengono in mente a mnessuno. Non è accaduto però al nostro corregionale Francesco Rizzo, un trentenne che dopo avere vissuto a Roma e in Canada è tornato in Calabria e precisamente  a Corigliano Calabro, nella Piana di Sibari…

Leggi tutto »