MediterraneiNews.it

La Sila set cinematografico dell’ultimo film di Gabriele Mainetti.

Per tre settimane la Sila sarà lo scenario delle lavorazioni di uno dei film più attesi della prossima stagione cinematografica che vedrà impegnate, durante i giorni di lavorazione, numerose maestranze e oltre cento figurazioni locali.

Nella suggestiva cornice di Camigliatello, lungo la tratta ferroviaria del “Treno della Sila”, sono infatti iniziate le operazioni di allestimento del set cinematografico che sarà utilizzato dal regista Gabriele Mainetti per la lavorazione del nuovo lungometraggio ad opera dell’autore del film “Lo chiamavano Jeeg Robot”.

Il film, dal titolo provvisorio “Freaks Out”, che vede tra gli interpreti l’attore Claudio Santamaria è realizzato, per la parte che riguarda la regione, con il sostegno della Calabria Film Commission e con la fattiva collaborazione di Ferrovie della Calabria.

“Dopo la serie televisiva internazionale Trust un’altra importante produzione cinematografica sceglie la Sila e il caratteristico treno a vapore per ambientare il nuovo film, – ha affermato il Presidente della Regione Mario Oliverio -proiettando così una rinnovata immagine della Calabria che si candida da qui a poco a diventare una meta degli importanti flussi legati al cineturismo. Il fatto che protagonisti di questa importante produzione siano anche maestranze locali è segno che la strada intrapresa per la nascita di un forte comparto audiovisivo locale è quella giusta”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Stupri. A Lecce trovata morta Noemi, uccisa dal fidanzatino. A Gioia Tauro arrestato uomo di 40 anni che abusava bimba di 10 anni.

Pino Macino, da Pupari & Pupi La notizia della morte di Noemi – la ragazzina pugliese invano cercata da giorni, atterrisce: la ha ammazzata il fidanzatino di 17 anni…ha confessato e sta portando gli inquirenti sui luoghi del delitto. Non c’è giorno senza femminicidi, stupri, violenze sulle donne ed i…

Leggi tutto »

Centri antiviolenza, la Regione pubblica avviso

La Regione si muove in direzione della promozione  e potenziamento  dei  Centri  antiviolenza  e delle  Case  di  accoglienza  (Case Rifugio) alle  donne vittime  di violenza  e  ai  loro  figli  e  per  il  rafforzamento  della  rete  dei servizi territoriali. Pubblicato un avviso che intende  dare  attuazione  a  quanto  previsto  dal  Piano…

Leggi tutto »