MediterraneiNews.it

Lamezia Terme, Azione Identitaria rende omaggio alle vittime delle Foibe

I militanti di Azione identitaria hanno reso omaggio alle vittime delle foibe attraverso l’affissione di uno striscione, sul ponte San Rocco del torrente Cantagalli, con su scritto “Foibe: io non scordo”.

“Non si può assolutamente dimenticare – affermano i militanti –  il dramma umano di oltre 20 mila persone trucidate e gettate in quelle cavità naturali  carsiche chiamate foibe, vittime della ferocia e dell’odio comunista delle truppe Jugoslave di Tito e di altri 350 mila esuli dalmati,fiumani ed istriani costretti ad abbandonare le loro case per fuggire dall’orrore. Fu una vera e propria azione di pulizia etnica da parte delle truppe titine, l’unica colpa delle vittime era quella di essere italiane, un massacro dettato dall’odio politico tenuto nascosto per troppi e lunghi anni dalla storiografia ed in cui il Partito Comunista di Togliatti giocò un ruolo fondamentale contribuendo ad occultare in maniera sagace questa cruenta e vergognosa pagina di storia”.

Ancora oggi, secondo i componenti di  Azione identitaria, la reticenza sarebbe tanta quando si parla di questa giornata del ricordo di “nostri fratelli innocentemente trucidati – affermano -, che va di pari passo con quella voglia, non tanto celata, di minimizzare questi macabri episodi in cui vi furono responsabilità e coperture politiche vergognosissime. Pretendiamo inoltre che per il giorno del Ricordo delle vittime delle foibe, tutte le istituzioni politiche calabresi tengano dai loro palazzi i tricolori a mezz’asta, in segno di rispetto e di ossequio di questa immane tragedia che ha riguardato nostri fratelli e sorelle italiane”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Le “Rivelazioni calabre” sbarcano al MARCA.

Il Museo delle arti di Catanzaro (MARCA) – come ormai tutti sanno – è un’istituzione culturale di Catanzaro che ospita collezioni di vario genere, facenti capo all’arte antica come all’arte contemporanea. Dal 21 al 28 gennaio, il MARCA ospiterà la mostra “Rivelazioni Calabre” e degli eventi culturali (comprese performance teatrali…

Leggi tutto »

Corigliano Calabro, aggressione e resistenza ai carabinieri, tornano in libertà i sei indagati

Il Tribunale della Libertà di Catanzaro ha accolto le tesi difensive degli avvocati Francesco Nicoletti, Giovanni Bruno e Giusy Acri, disponendo l’immediata liberazione di M.G. (38 anni), Z.E.G. (45 anni) e F.D. (30 anni), tutti accusati a vario titolo di lesioni aggravate e resistenza aggravata a pubblico ufficiale. I fatti risalgono…

Leggi tutto »