MediterraneiNews.it

Ricadi: “Omofobi del mio Stivale”. Una giornata di incontri e dibattiti per dire NO alla discriminazione contro le persone LGBT (e a ogni altra forma di discriminazione)

Il prossimo 2 settembre si svolgerà una giornata evento contro l’omofobia e per i diritti civili, organizzata dopo che il 23 luglio scorso, dalla pagina Facebook di Massimo Arcangeli, fu denunciata la vicenda di due ragazzi gay, discriminati dal titolare di una guest house calabrese, che si erano rivolti all’Arcigay di Napoli. La vicenda, rilanciata subito dopo da “Repubblica.it”, ha fatto il giro d’Europa, e da allora i casi di discriminazione contro gli omosessuali (e i transessuali) si sono moltiplicati, dalla Campania alla Puglia all’Emilia Romagna.

Quel primo clamoroso caso, divenuto simbolo di un’estate negativa per i diritti LGBTI (dall’episodio è nata anche una pagina Facebook “Omofobi del mio Stivale”), è avvenuto a Ricadi, in provincia di Vibo Valentia. L’evento del 2 settembre, organizzato dall’associazione “La parola che non muore” e diretto dallo stesso Arcangeli, con la collaborazione di Alessia Bausone, avrà luogo proprio a Ricadi, che si è mobilitata per l’occasione con la fattiva disponibilità della sindaca, Giulia Russo, la collaborazione della Regione Calabria e del suo presidente, Mario Oliverio, e il contributo delle Arcigay calabresi e dell’Arcigay di Napoli, di varie altre associazioni per i diritti e di molti soggetti turistici, economici o istituzionali (Camera di Commercio, Federalberghi, Legacoop, ecc.).

Fra gli ospiti Fabio Canino e Alessandro Cecchi Paone, che moderati dalla direttrice di “Pride ONLINE”, Cristina Calzecchi Onesti, parleranno di Diritti LGBTI, media e corretta informazione. Massimo Battaglio (Cronache di ordinaria omofobia) affronterà il tema della discriminazione contro i gay, che sarà anche oggetto di una tavola rotonda (Contro l’omofobia: che fare?), coordinata da Antonello Sannino (Arcigay Napoli), cui parteciperanno Antonio Migliazza (Arcigay Catanzaro), Lavinia Durantini (Arcigay Cosenza), Lucio Dattola (Arcigay Reggio Calabria), Carlo Carere (Rete Lenford), Giuseppe Tedesco (Certi Diritti); Salvatore Belfiore (Comitato Diversi Uguali), Mirella Giuffrè (Agedo Reggio Calabria). Una seconda tavola rotonda (Le unioni civili e l’attuale legislazione italiana in materia) vedrà impegnati Gianluca Callipo, Bruno Censore, Michele Mirabello e Morena Rampolla, con la partecipazione di Cathy La Torre e della senatrice Elena Ferrara. Di Omofobia in Calabria, in Italia, in Europa tratteranno infine Maurizio Alfano, Alessia Bausone, Enza Bruno Bossio, Giuseppe Giudiceandrea e Federica Roccisano, coordinati da Ilaria Giuliano. Condurrà la giornata Gianni Gadaleto, l’“invitato speciale”.

Di seguito il programma completo della manifestazione.

Ricadi, 2 settembre 2017

Omofobi del mio Stivale. Una giornata di incontri e dibattiti per dire NO alla discriminazione contro le persone LGBT (e a ogni altra forma di discriminazione)

Ricadi, Terrazza del Belvedere – Ore 10.15

Saluti

Gerardo Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria

Giulia Russo, sindaca del Comune di Ricadi

Cinzia Nava, presidente della Commissione regionale Pari opportunità

Antonietta Stumpo, consigliera regionale per la Parità

Fernanda Gigliotti, sindaca del Comune di Nocera Terinese

Donatella Romeo, Segretaria generale della Camera di Commercio di Vibo Valentia

Helen Loiacono, vicepresidente della Federalberghi di Vibo Valentia

Angela Robbe, presidente di Legacoop Calabria

Maria Grazia Muri, presidente associazione Astarte

Antonio Loiacono, presidente CO.GE.TUR di Capo Vaticano-Tropea

Antonino Cugliari, presidente CNA Turismo e Commercio di Vibo Valentia

Gennaro Davola, presidente del Banco di Credito Cooperativo del Vibonese

Messaggio di Monica Cirinnà e Ivan Scalfarotto

ore 11.00-11.40 Maurizio Alfano, Alessia Bausone, Enza Bruno Bossio, Giuseppe Giudiceandrea, Federica Roccisano. L’omofobia in Calabria, in Italia, in Europa. Con Francesca Di Muzio in collegamento  via Skype. Coordina Ilaria Giuliano.

Luciano Cozzolino e Maurizio Caputo, “Ci siamo uniti civilmente a Ricadi”. In collegamento via Skype

11.40-12.20 Gianluca Callipo, Bruno Censore, Michele Mirabello, Morena Rampolla, Le unioni civili e l’attuale legislazione italiana in materia. Con Elena Ferrara e Cathy La Torre in collegamento via Skype. Coordina Annarita Castellani

12.20-13.00, Michele Formisano, Antonella Palmitesta, Omofobia e transfobia. Fra mondo interiore e realtà sociale. Con Paola Biondi in collegamento via Skype. Coordina Alessia Rausa

Ore 18,00

Videosaluto di Imma Battaglia e Eva Grimaldi

18.10-19.00 Contro l’omofobia: che fare? Tavola rotonda con Antonio Migliazza (Arcigay Catanzaro), Lavinia Durantini (Arcigay Cosenza), Lucio Dattola (Arcigay Reggio Calabria), Carlo Carere (Rete Lenford), Giuseppe Tedesco (Certi Diritti); Salvatore Belfiore (Comitato Diversi Uguali), Mirella Giuffrè (Agedo Reggio Calabria). Coordina Antonello Sannino

19.00-19.30 Massimo Battaglio, Cronache di ordinaria omofobia. Con videomessaggio di Maria Laura Annibali

19.30-19.50 Laura Corradi La letteratura e la teoria queer, in collegamento via Skype

19.50-20.30 Giovanni Minerba, Omosessualità e cinematografia

20.30-21.00 Massimo Arcangeli, La discriminazione verbale contro i gay. Come difendersi, come arginarla, come contrastarla

Conclusioni

Condurrà la serata Gianni Gadaleto

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Referendum per il cambio di denominazione del comune da Ricadi in Ricadi-Capo Vaticano, dopo il via libera del consiglio regionale arriva anche quello della giunta Oliverio. Nel corso dell’ultima seduta, l’argomento è stato votato senza difficoltà anche se non è stata indicata alcuna data. Né la data poteva essere indicata…

Leggi tutto »

Il romanzo “La grande A” di Giulia Caminito vince la XXV edizione del Premio Berto

 Giulia Caminito, con l’opera prima “La grande A”, Giunti editrice, ha vinto la XXV edizione del Premio letterario nazionale “Giuseppe Berto” tenutosi a Mogliano Veneto. A proclamarla vincitrice è stato Antonio d’Orrico, presidente della giuria che aveva selezionato la cinquina finale della quale facevano parte Nicola De Cilia, con “Uno…

Leggi tutto »