MediterraneiNews.it

Ultim’ora Limbadi. E’ stata una bomba e non un incidente ad uccidere Matteo Vinci e ferito gravemente il padre.

Il prefetto di Vibo Valentia, Guido Longo, ha convocato d’urgenza il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto sulle indagini sulla esplosione  di un’auto a Limbadi che, nel pomeriggio di oggi intorno alle 15.30, ha dilaniato Matteo Vinci di 42 anni mentre viaggiava in una stradina interpoderale nelle campagne di Limbadi in località Ceravolo. A bordo vi era Matteo Vinci 42 anni e suo padre Francesco di 70 anni.  Matteo ex rappresentante di medicinali, è morto sul colpo mentre il padre  ex carrozziere, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale a Vibo Valentia e versa in gravissime condizioni.

Le indagini, sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia e da  un magistrato della Procura antimafia di Catanzaro. Gli artificieri dei carabinieri sono al lavoro per gli accertamenti tecnici alfine di verificare la dinamica dell’esplosione.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Governo: decreto dignità e vitalizi. Il CSM con la nomina di Davigo e Miccichè, rispecchia l’andamento delle ultime elezioni politiche.

Decreto dignità: Sembra essere giunto alla bozza definitiva il decreto dignità, fermo dal 2 luglio scorso dalla Ragioneria generale dello Stato per la mancanza di coperture, in particolare relative all’abolizione dello split payment e lo stop alla pubblicità sui giochi. I 174 milioni che costerà da qui al 2021 e l’addio allo…

Leggi tutto »

Nicotera, il presidente Solano non scherza: “Ritirerò la squadra giovanile dal campionato”

Mario Solano, Presidente ASD Nicotera: “Credo che quello che sta accadendo è paradossale. Ieri, in una gara di cartello tra le prime della classe, ASD Nicotera-Vibonese, campionato giovanile provinciale di calcio a 5, non si presenta l’arbitro designato dalla sezione AIA di Vibo Valentia. Vista la mancanza di serietà da…

Leggi tutto »