MediterraneiNews.it

Grande successo per la Calabria al Summer Fancy Food di New York con i cibi legati alla Dieta Mediterranea di riferimento di Nicotera.

Grande ritorno della calabria al più grande evento legato all’industria del cibo in Nordamerica, il Summer Fancy Food di New York che anche quest’anno ha visto la partecipazione al “Javits Center di New York City”, supportati dalla nostra Regione che vi ha preso parte con ben 16 aziende.

Calabria che è sbarcata di nuovo negli States all’insegna del grande richiamo esercitato dal fatto di essere la regione “Patria della Dieta Mediterranea”  dopo il grande successo del primo meeting internazionale sulla dieta mediterranea, tenutosi a Nicotera – città elettiva di questo regime alimentare – nel quale è stato evidenziato dalla comunita’ scientifica i tanti effetti benefici. Tra questi, Luigi Fontana, professore in Scienze nutrizionali presso il dipartimento di Scienze cliniche e sperimentali dell’università di Brescia e alla Washington University School of Medicine di St. Louis in Missouri, Giuseppe Passarino, professore di Genetica all’università della Calabria e direttore del laboratorio di Genetica della longevità, a Cosenza, Antonino De Lorenzo, professore di alimentazione e nutrizione umana all’ateneo di Tor Vergata di Roma, Antonio Gradilone, medico dello sport, che hanno parlato di genetica, epigenetica, biomedicina, longevità, ritarando il concetto di dieta mediterranea. Biodiversità, qualità, cultura.

E ancora una volta, a fare da testimonial alla Calabria, è stata la chef Bastianich, Ambasciatrice della Calabria nel Mondo e anch’essa protagonista dei lavori del meeting internazionale di Nicotera, che gia’ per ben tre volte è stata in loco per scoprire altre specialita’ e ricette regionali, ed ha incontrato ieri le aziende partecipanti alla collettiva nel padiglione Calabria allestito al Summer Fancy Food.

Ricchissimo poi l’elenco di prodotti presenti alla grande kermesse newyorkese dal cedro, ai peperoncini, dai funghi al torrone di Bagnara, dailatticini alle carni pregiate di razza podolica e di suino nero, dal pesce al pane di segale.

“Una chiara strategia di salvaguardia e sviluppo delle proprie eccellenze, – si legge in una nota dell’ufficio stampa della Regione Calabria – un piano di internazionalizzazione efficace ed un brand “Rosso Calabria” nato per tutelare le eccellenze del territorio, sono i primati delle Regione Calabria, all’avanguardia nel marketing territoriale e nell’accoglienza internazionale. Ne è un chiaro esempio, il ristorante “Più Trentanove” di Madrid guidato dallo chef cosentino Manfredi Bosco e che presenta un menu dedicato alla Calabria, accanto ai classici della tradizione italiana”.

In Calabria ci sono qualità uniche che oggi giorno sono difficili da trovare nel mondo”, afferma Lidia Bastianich e “con la nascita del primo meeting sulla dieta mediterranea nasce un percorso – dichiara il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio – che ha l’obiettivo di valorizzare la dieta mediterranea, far comprendere che cibarsi con la dieta mediterranea significa vivere meglio” mentre la giornalista Danielle Pergament del New York Times, la cronista che ha collocato la Calabria tra le 52 mete imperdibili per il 2017 “Gli Stati uniti sono affascinati dalle eccellenze gastronomiche della Calabria”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera marina: lavori di pulizia delle condotte idriche. I commissari invitano la popolazione a rifornirsi d’acqua e chiudono le scuole per due giorni.

La commissione straordinaria che amministra il nostro comune, con una pubblica ordinanza, ha avvisato che “si sta procedendo ad effettuare lavori straordinari di pulizia condotte idriche di proprietà comunale e SoRiCal in Nicotera Marina e che per consentire le opportune operazioni, si deve procedere ad interrompere l’erogazione di acqua dal civico…

Leggi tutto »

Nicotera, i Carabinieri sequestrano in un’abitazione un pitone reale adulto

Rinvenuta dai militari della locale Stazione dei Carabinieri, all’interno di una abitazione del quartiere “Borgo”, una teca con al suo interno un pitone reale adulto di circa 150 centimetri “ospitato” da una casalinga di 35 anni del posto. La repellente scoperta sarebbe stata effettuata da parte dei Carabinieri in modo…

Leggi tutto »