MediterraneiNews.it

Il premier Conte da Trump per sfidare la Francia di Macron nei rapporti con la Libia. Immigrazione e rilancio delle imprese italiane.

Si è concluso l’incontro alla Casa Bianca del premier italiano Giuseppe Conte con il Presidente Trump. <Torno in Italia molto soddisfatto -dichiara Conte – consapevole che abbiamo ulteriormente rafforzato l’antica amicizia tra Italia e Stati Uniti. Trump ha speso parole importanti per il nostro Paese, riconoscendo che l’Italia è una Nazione grandiosa in cui bisogna investire. Di queste parole di apprezzamento così esplicite e dirette lo ringrazio.

Con gli Usa oggi abbiamo avviato una significativa cooperazione per la realizzazione di una ‘Cabina di regia permanente’ per il Mediterraneo allargato. L’obiettivo è quello di rafforzare e rendere ancora più forte la lotta al terrorismo, continuare nel contrasto all’immigrazione illegale e lavorare insieme per la stabilizzazione della Libia.

Da questo incontro è emerso chiaramente che, come ha ben detto Trump, siamo entrambi outsider della politica. Ed entrambi, aggiungo, rappresentiamo un governo del cambiamento, scelto dai cittadini per modificare lo status quo. Tante cose ci uniscono. Lavoriamo per dare risposte ai cittadini, per non tradire la vostra fiducia e il mandato che abbiamo ricevuto. Stiamo dimostrando che, con il vostro sostegno, il cambiamento è possibile.>

Soddisfazione anche da parte del Ministro Di Maio che ha dichiarato:<Ieri il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, nella conferenza stampa al termine dell’incontro con il nostro Presidente Giuseppe Conte, ha dichiarato: “Vi consiglio di investire in Italia, nazione grandiosa con gente grandiosa”.

Sono parole che mi riempiono di orgoglio e confermano che con il governo del Cambiamento l’Italia ha riacquistato grande credibilità sul piano internazionale e che stiamo a tornando a essere considerati un Paese in cui investire.
Riguadagniamo la stima e la fiducia della prima economia del mondo occidentale e consolidiamo una sincera alleanza e uno storico legame commerciale, puntando anche sull’export. Sappiamo che c’è ancora molto da fare, soprattutto dal punto di vista della burocrazia, dei tempi della giustizia e della lotta senza quartiere alla corruzione, ma la strada intrapresa è quella giusta. Il cambio di passo del nostro Paese è innegabile. Come cittadini italiani dobbiamo tutti esserne orgogliosi.>

Il premier italiano durante la conferenza stampa congiunta con il presidente degli Usa ha parlato della posizione del governo sulla Russia destando l’interesse da parte dei Russi, per come scritto in un articolo apparso su giornale online “Sputnik Italia”.

<Roma è aperta ad avere un dialogo con Mosca, ma ritiene impossibile eliminare immediatamente le sanzioni contro il Paese, ha detto il primo ministro italiano Giuseppe Conte lunedì durante la conferenza stampa congiunta con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

“Siamo aperti al dialogo con la Russia. Riteniamo che la Russia svolga un ruolo fondamentale in tutte le crisi geopolitiche internazionali “, ha affermato Conte. “Per quanto riguarda il sistema di sanzioni… il sistema deriva dagli accordi di Minsk… è collegato all’attuazione degli accordi di Minsk, quindi è chiaro che oggi è impensabile eliminare tali sanzioni”. Conte ha sottolineato che la posizione del governo italiano è quella di assicurarsi che le sanzioni non riguardino i cittadini ordinari o le piccole e medie imprese russe. Il nuovo governo italiano — una coalizione che comprende il Movimento Cinque Stelle anti-establishment (M5S) e il partito “euroscettico” della Lega guidato da Salvini — si è espresso più volte a favore dell’abolizione delle sanzioni anti-Russia. Tuttavia, il 5 luglio il Consiglio europeo ha deciso di estendere le misure restrittive contro Mosca, introdotte dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia e il presunto coinvolgimento di quest’ultimo Paese nel conflitto in Ucraina, per altri sei mesi fino al 31 gennaio 2019>.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

“Stortu figghiu di stortu”. Per colpa del figlio, padre massacra di botte un vice preside a foggia.

Pino Macino, da Pupari & Pupi Il Vice Preside di una scuola di Foggia…rimprovera un alunno e lo allontana perchè – in fila per uscire – strattonava le compagne per farle cadere. Lo storto va a casa e si lamenta con il padre…anche lui storto per diritto di paternità. E…

Leggi tutto »

Roma, devastata in pieno giorno la sede nazionale del Psi

La sede della direzione nazionale del Partito socialista italiano, con sede a Roma in via Santa Catefrina da Siena, n.57, è stata devastata dall’incursione di sconosciuti, che, forzato il portone d’ingresso nel tardo pomeriggio di sabato, si sono introdotti nei locali. Giada Fazzalari, responsabile ufficio stampa del Psi, recatasi in…

Leggi tutto »