MediterraneiNews.it

Nicotera, a 50 alunni del Liceo la certificazione “Cambridge”

“Apprendere e potenziare la conoscenza della lingua inglese sostenuti da una idonea certificazione, offre vantaggi competitivi e fa la differenza”.

Di ciò è pienamente convinto il dirigente scolastico dell’istituto Omnicomprensivo “B. Vinci”, Marisa Piro e lo ha sottolineato durante l’atto conclusivo del percorso di preparazione finalizzato al conseguimento della certificazione “Cambridge” svoltosi, presso la biblioteca del Liceo classico “B. Vinci”. La cerimonia di consegna dei certificati svoltasi, altresì, alla presenza del responsabile Cambridge, Simon Brown e delle insegnanti referenti del progetto, Antonella Belfiore, Mattia Milea ed Enza Garoffolo, ha avuto come protagonisti gli studenti che, nell’anno scolastico 2017/2018, hanno sostenuto gli esami per la prestigiosa certificazione internazionale di lingua inglese. 50 studenti che hanno ricevuto l’ambita pergamena dopo un percorso di studi che li ha impegnati, in orario pomeridiano, nella frequenza dei livelli A1, A2 e B1

La certificazione internazionale “Cambridge” è un’attestazione che, grazie a un apposito protocollo d’intesa siglato dal Miur, è valida come credito formativo ai fini del punteggio per l’esame di Stato ed è riconosciuta anche in ambito universitario e lavorativo. Per la sua utilità e univoca leggibilità, è, inoltre, spendibile in campo internazionale, utilizzabile sia in ambito scolastico che lavorativo in tutti i paesi europei. Ordinati per livelli di conoscenza crescente, gli esami Cambridge valutano le quattro abilità linguistiche, ascolto, comunicazione orale, lettura e comunicazione scritta, permettono di ottenere un documento ufficiale attestante i livelli di competenza linguistica.

Soddisfazione e grande desiderio di continuare la scelta didattica intrapresa sono emerse dalle parole del dirigente scolastico. Visibilmente emozionati, ma felici per i traguardi raggiunti e l’opportunità offerta, i liceali nicoteresi tra cui sei giovani studenti provenienti dal Cas di Joppolo.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Mesima a rischio esondazione: che fine ha fatto il “Contratto di fiume”?

La forte ondata di maltempo che si è abbattuta sulla nostra regione e che non ha risparmiato il vibonese, ha fatto scattare il livello d’allarme anche per quanto riguarda il fiume Mesima, il cui livello, nelle ultime ore, è pericolosamente salito ai livelli di guardia. Del Mesima – che di…

Leggi tutto »

Centro di accoglienza a Nicotera? . Facciamo chiarezza…

Non v’è dubbio che la vicenda del centro di accoglienza a Nicotera si è tinta di giallo, dovuta al più classico dei casi ascrivibili alla mancata trasparenza amministrativa che vuole, di prassi, seppur a valle, che ci sia un preventivo coinvolgimento della popolazione specie  su iniziative delicate quali appunto l’ospitalità…

Leggi tutto »