MediterraneiNews.it

Il maltempo si abbatte sulla zona delle Serre Vibonesi: Carabinieri in soccorso della popolazione

Serra San Bruno, Vazzano, San Nicola da Crissa, Monterosso Calabro, Capistrano, Polia, Filadelfia (VV). Nella nottata tra il 4 e il 5 ottobre si è abbattuta una forte ondata di maltempo con precipitazioni intense a carattere temporalesco che si sono abbattute su tutta l’area montana delle Serre Vibonesi.

Ed è proprio in questa circostanza che i militari delle varie Stazioni Carabinieri facenti capo al Comando Provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia, proprio per la loro peculiarità, hanno dato il primo allarme. Di fatto, le linee del 112 sono state intasate per ore durante la notte in cui si è lavorato alacremente per cercare di dare supporto alla popolazione: supporto, che in taluni casi, si è rivelato decisivo. Le Stazioni Carabinieri rappresentano per questi Comuni il primo punto di riferimento a cui chiedere un consiglio, un supporto o, come in questo caso, un vero e proprio aiuto.

In molti casi, infatti, l’intervento tempestivo dei militari della benemerita si è rivelato fondamentale per sgomberare abitazioni rimaste isolate a causa degli smottamenti: è il caso di Polia e di Monterosso Calabro, dove i militari delle Stazioni, unitamente ai VV.FF. di Vibo Valentia, sono riusciti a raggiungere zone impervie per liberare le uniche vie di accesso e permettere ai vari nuclei familiari di abbandonare le abitazioni.

Anche nel Comune di Filadelfia, i militari della locale Stazione, sono intervenuti presso l’abitazione di due anziani che era stata bloccata da una frana. La coppia è stata quindi soccorsa ed allontanata dai militari che, in seguito, hanno verificato che la stessa abitazione era stata rasa al suolo da fango e dalla caduta di un grosso albero.

In altri casi, come a San Nicola da Crissa e Capistrano, altre persone sono rimaste intrappolate nelle proprie autovetture a causa di esondazioni di torrenti. Anche in questi casi, grazie agli interventi delle Stazioni competenti per territorio e ai VV.FF., sono state soccorse altre 3 persone che, in preda al panico, erano rimaste completamente bloccate. In particolare, nel comune di Capistrano, nei pressi del torrente Recchia, un’autovettura è stata ribaltata dalla forte corrente del fiume. I militari dell’Arma, quindi, grazie ad una corda, riuscivano ad agganciare il soggetto e nonostante la forte corrente, riuscivano a riportarlo in salvo.

La situazione dovuta all’allerta maltempo è, ovviamente, seguita in tempo reale e ancora in queste ore si sta lavorando instancabilmente per dare sfogo a tutte le richieste di soccorso dei cittadini.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Lavoratori LSU al comune di Pizzo calabro. Il 2018 potrebbe essere l’anno della stabilizzazione.

Sono in servizio da due anni e speramo che in questo 2018 potranno maturare la soglia temporale necessaria per accedere alla stabilizzazione. Stiamo parlando dei 45 lavoratori LSU che prestano servizio al comune di Pizzo calabro. La giunta comunale – sensibile alle loro problematiche – con una delibera varata di recente…

Leggi tutto »

La gardenia dell’Aism distribuita nelle piazze (4-5-8 marzo) per sostenere la ricerca

Nella ricorrenza della festa della donna in giro per tutta Italia non ci saranno solo le mimose. Anche quest’anno, infatti, su iniziativa dell’Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) e della sua Fondazione (Fism), sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica e col patrocinio della Fondazione pubblicità progresso, nei giorni 4-5-8 marzo,…

Leggi tutto »