MediterraneiNews.it

Nicotera, il Comune revoca il servizio di refezione scolastica

Il Comune ha revocato il servizio di refezione scolastica sancendo la risoluzione del rapporto contrattuale con la ditta “Ristorante, braceria, pizzeria San Leonardo” di Vincenza Messina, ubicata a Rosarno che ha provveduto, fino alla scorsa settimana, alla fornitura e alla somministrazione dei pasti nelle scuole.

Un atto dovuto dopo la nota che sarebbe pervenuta in Comune, in seguito ad accertamento indagatorio in tema di antimafia, da parte della Prefettura di Reggio Calabria che attesterebbe l’esistenza dell’informativa antimafia interdittiva. L’interruzione del servizio di mensa scolastica riguarda alunni, personale docente e non delle scuole dell’infanzia, primaria e media dell’istituto Comprensivo “Pagano” presenti sul territorio (Nicotera, Nicotera Marina e Badia).

La terna commissariale, a maggio, aveva deliberato l’atto d’indirizzo per l’appalto del servizio mediante procedura negoziata di gara al fine di individuare una società a cui affidare la fornitura dei pasti. A seguito dell’espletamento della gara, una commissione ha aggiudicato, provvisoriamente, per il biennio 2018/2019 e 2019/2020, l’appalto all’unica azienda partecipante, cioè, al San Leonardo.

Una scelta obbligata e non discrezionale, la revoca del servizio, che non dovrebbe causare, comunque, gravi disagi alle famiglie degli alunni in quanto in Comune avrebbero già ovviato con un affidamento temporaneo-diretto alla ditta che da tre anni serve le scuole della vicina cittadina di Joppolo.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Paola, per la pubblicità affidamenti diretti a società riconducibili alla cosca Muto

Un’inchiesta della Procura di Paola, coordinata dal pm Anna Chiara Fasano, ha portato in queste ore, al sequestro preventivo di dodici maxi pannelli pubblicitari con contestuale notifica di avviso di garanzia per dodici persone. Fra gli indagati i sindaci di Acquappesa, Giorgio Maritano, e di Guardia Piemontese, Vincenzo Rocchetti, assessori…

Leggi tutto »

Gandolfini (Family Day): Il vergognoso silenzio sull’aborto fino al nono mese è tragico segno di una perversione delle coscienze

Nel silenzio totale della grande stampa e della TV, ieri si è scritto un nuovo tragico capitolo della nefasta battaglia contro la vita nascente: il governo federale dello Stato di New York ha legalizzato l’aborto fino al giorno prima della nascita. Il solo pensiero dell’applicazione di questa barbara legge fa…

Leggi tutto »