MediterraneiNews.it

Dinami, deteneva una pianta di marijuana e un distintivo dei Carabinieri: denunciato

I Carabinieri della Stazione di Dinami, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione del fenomeno della produzione e della detenzione di sostanze stupefacenti, alle prime luci dell’alba, hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso un’abitazione nel pieno centro cittadino.

I militari, insospettiti da movimenti del soggetto, M.V., classe ’69, originario e residente stabilmente in Dinami, hanno deciso quindi di controllare l’abitazione del soggetto che, da subito, ha iniziato a palesare agitazione.

Infatti, i militari della Stazione Carabinieri di Dinami hanno rinvenuto all’interno dell’abitazione una placca con distintivo dell’Arma dei Carabinieri, oggetto non di libera vendita, in possesso del soggetto ovviamente non facente parte dell’Istituzione. Continuando con la perquisizione, i Carabinieri hanno anche rinvenuto una paletta, usurata dal corso degli anni, appartenente alla polizia municipale del Comune di Dinami, scomparsa da più di 10 anni.

Ma la sorpresa non è finita qui: infatti, i militari, dopo essersi recati nel giardino antistante all’abitazione, hanno rinvenuto, in mezzo ad altri ortaggi, all’interno di un vaso, una piantina di canapa indiana di circa 1 metro  in perfetto stato vegetativo. A togliere ogni dubbio sull’attività di produzione di sostanza stupefacente posta in essere dal cittadino di Dinami, l’esistenza di molti rimasugli di canapa indiana sparsi all’interno del piccolo magazzino adiacente all’orticello.

Tutto il materiale, quindi, è stato posto in sequestro e M.V. è stato deferito all’Autorità Giudiziaria di Vibo Valentia per le opportune valutazioni.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Le donne della ‘ndrangheta

Le donne protagoniste della seconda parte del Workshop presieduto dal magistrato Marisa Manzini, organizzato nello stabile confiscato al clan Mancuso, oggi sede dell’università dell’antimafia, dall’associazione “Riferimenti” del presidente Adriana Musella. In primo piano le tragiche storie di donne calabresi come l’imprenditrice Maria Chindamo per la quale si parla di lupara…

Leggi tutto »

Il “sistema” degli appalti svelato dalla Guardia di Finanza.

‘Ndrangheta e mondo imprenditoriale. E’ questo il legame che è stato messo in risalto da una poderosa attività investigativa che ha portato tre giorni fa ad una maxi-operazione eseguita sotto il Coordinamento delle Direzioni Distrettuali Antimafia di Reggio Calabria e di Catanzaro, – impiegando personale del Comando Provinciale della Guardia…

Leggi tutto »