MediterraneiNews.it

Limbadi, Mattia Solano migliora il record e vince la sua gara

Ha stracciato il suo precedente record di un minuto e tredici secondi risolvendo il cubo di Rubik in soli 55 secondi.

Mattia Solano, il 19enne studente del Liceo “B. Vinci” di Nicotera, accompagnato dalla mamma, Maria Marasco e dalla sua professoressa di sostegno, Maria Capua, ha voluto fortemente esserci, per il secondo anno consecutivo, presso il Politecnico di Milano per gareggiare insieme a tanti grandi campioni al “World cube association 2018”, competizione internazionale di speedcubing, disciplina sportiva durante la quale i concorrenti si sfidano a risolvere puzzle meccanici come il cubo di Rubik, nel minor tempo possibile.

E così Mattia che non ha avuto né privilegi e né aiutini, contro i campioni ha nuovamente vinto la sua “sfida speciale” del cubo di Rubik 3×3 speedsolve, la sua specialità e passione conosciuta direttamente su internet e appresa, da autodidatta. L’ha fatto da protagonista del torneo organizzato dall’associazione “Big cubing Italy”, giunto alla sua quinta edizione, venendo ricompensato con un premio singolare e assoluto perché, purtroppo, forse in tutto il mondo, non c’è una categoria adeguata in cui inserire i ragazzi come lui. “Un’ottima prestazione in ogni caso – afferma la sua insegnante –, assolutamente eccezionale considerando la sua condizione e il fatto che compete con supercampioni”. Adesso Mattia ha dato appuntamento all’anno prossimo perché quei 55 secondi si possono, anzi si devono, abbassare.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Dal Festival dell’ospitalità mille proposte per vivere le nuove frontiere del turismo

Il Festival dell’ospitalità va in archivio portandosi dietro l’eco di un successo andato oltre le più rosee previsioni. E’ stato, in effetti, non solo il Festival dell’ospitalità, ma anche il Festival delle idee, delle nuove proposte, degli utili suggerimenti con i giovani protagonisti e pronti a confrontarsi sulle nuove frontiere…

Leggi tutto »

Provinciale 23, la gente non accetta la chiusura e rilancia

La risultanza del sopralluogo di Carlo Tansi, responsabile regionale della Protezione civile, effettuato lunedì sulla strada provinciale 23, non ha lasciato indifferente chi quella strada la percorreva quotidianamente. Il problema avrebbe raggiunto il limite. Sino ad oggi, infatti, si sarebbero messe delle “toppe” alle numerose criticità che si sono presentate…

Leggi tutto »