Limbadi (VV), padre e figlio coltivavano sul proprio terreno 2750 piante di marijuana

Author: Nessun commento Share:

Coltivavano 2750 piante di marijuana in un terreno di loro proprietà.

Una piantagione, la più grande scoperta nel 2019 in tutta la Calabria, che i Carabinieri delle Stazioni di Limbadi e Rombiolo hanno rinvenuto nel corso di un servizio di rastrellamento del territorio.

Nascosta in una fitta vegetazione, in trincea tra i ruderi adiacenti e non facile da individuare.

Al termine dei controlli sono stati dichiarati in arresto Giuseppe Mamone, 61 anni e Pasquale Mamone, 27 anni, entrambi di Limbadi e ritenuti contigui alla omonima Locale.

I due sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria. Le 2750 piante dell’altezza di 1,50 metri per un peso complessivo di oltre 2 tonnellate avrebbero fruttato una volta immesse sul mercato un potenziale giro di affari superiore agli 8milioni di euro.

Condividi questo Articolo
Previous Article

Finali Volley Crai U18F, ecco le migliori otto squadre d’Italia

Next Article

Vibo Valentia, denunciati 2 presunti tombaroli legati alla famiglia ‘ndranghetista dei Mancuso di Limbadi

You may also like