Tropea. Commemorazione dei dieci i morti nel bombardamento del 5 agosto 1943.
Tropea. Commemorazione dei dieci i morti nel bombardamento del 5 agosto 1943.

MediterraneiNews.it

Tropea. Commemorazione dei dieci i morti nel bombardamento del 5 agosto 1943.

L’Associazione culturale “Tropea: Onde Mediterranee” e l’Amministrazione Comunale di Tropea, a settantasei anni da quella tragica notte, in maniera semplice e sobria, ricordano i morti di quella data con una manifestazione, che si svolgerà, in due tempi separati e distinti, sabato 10 agosto 2019 nella Chiesa del Carmine in Tropea alle ore 19.00. La prima parte avrà la forma esclusivamente religiosa, la seconda parte avrà l’aspetto civile con la partecipazione dell’Amministrazione Comunale e delle Associazioni. Dieci furono i morti, fra civili e militari, provocati dal bombardamento del 5 agosto del 1943 nelle campagne ad est di Tropea, “fra due grandi chiese”, quella di Michelizia e di San Francesco di Paola, entrambe colpite dalle bombe.

Prima parte – Cerimonia religiosa: Rosario e Santa Messa (Tropea – Chiesa del Carmine: ore 19.00) Perché la memoria non si perda. Seconda       parte – Cerimonia civile: declamazione delle poesie di Pasquale De Luca e di Gianni Rodari. Sarà letto un documento storico del canonico Antonio Tarantino. (Tropea – Chiesa del Carmine: ore 19.00. L’aspetto comunicativo, pubblicitario e multimediale sarà curato dall’ins. Maria Elena Garrì.  Coordinerà la parte civile della manifestazione, dopo la Santa Messa, la prof.ssa Marcella Davola, che farà da conduttrice.Parteciperanno: Renato Albanese, Maria Elena Garrì e la stessa Marcella Davola in qualità di lettori.  Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

 I morti:

  • De Luca Pasquale di anni 44 contadino
  • De Luca Antonio, nipote di De Luca Pasquale, di anni 14
  • De Vita Giuseppe di anni 68 affittuario morto il giorno dopo in ospedale per le ferite riportate
  • Rizzo Maria di anni 43 contadina
  • De Luca Maria, figlia di Rizzo Maria, di anni 18 contadina
  • Baldo Francesco, nipote di Rizzo Maria, di anni 42 muratore
  • Pappa Andrea Gerardo, detto l’orbareju, nato a Zambrone residente a Zambrone, di anni 33 mendicante
  • Pugliese Giuseppe, accompagnatore di l’orbareju, nato a Zambrone residente a Zambrone, di anni 8 calzolaio
  • Gerilli Danilo, nato a Verona, morto in ospedale, di anni 26 soldato del Genio Ferrovieri ( ? )
  • Secondo soldato del Genio Ferrovieri di anni ( non identificato)

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Regione Calabria: approvata la graduatoria provvisoria del bando sulla tutela della biodiversità.

È stata approvata la graduatoria provvisoria relativa all’avviso della Regione, finanziato con risorse a valere sul Por 2014-2020, per conservare, ripristinare e tutelare gli habitat e le specie della Rete Natura 2000. Con decreto n. 3751 del 20/04/2018, il Dipartimento ambiente e territorio ha comunicato gli interventi ammessi e non…

Leggi tutto »

Cosenza, Rembrandt. I cicli grafici, le sue più belle incisioni

A Cosenza, nel cinquecentesco palazzo arnone, è possibile ammirare fino al 24 marzo 2019 Rembrandt. i cicli grafici, le sue più belle incisioni, un focus dedicato all’attività grafica di uno più celebri artisti del seicento europeo. l’esposizione, organizzata dall’associazione n. 9 in collaborazione con il polo museale della calabria, presenta oltre…

Leggi tutto »
Tropea. Commemorazione dei dieci i morti nel bombardamento del 5 agosto 1943.