MediterraneiNews.it

Attentato in Iraq. Feriti 5 militari italiani di cui 3 in gravi condizioni

Attentato esplosivo contro militari italiani nel Kurdistan iracheno: cinque i feriti, di cui tre in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita secondo i medici che li hanno in cura. Lo riferisce l’ambasciatore italiano a Baghdad Bruno Antonio Pasquino. Dei tre feriti gravi, uno ha riportato un’emorragia interna; un altro ha perso alcune dita di un piede e il terzo ha gravissime lesioni a entrambe le gambe, una gamba è stata amputata. Gli altri due militari coinvolti nell’esplosione, invece, hanno riportato micro fratture e lesioni minori. Si tratta di Marco Pisani, Paolo Piseddu, Andrea Quarto, Emanuele  Valenza, Michele Tedesco.

Lorenzo Guerrini

L’ambasciatore italiano a Baghdad: domani notizie più chiare su decorso militari “Non sono in pericolo di vita” e “domani si avranno notizie più chiare sul decorso” ha detto a RaiNews24 Bruno Antonio Pasquino. “Non sono in pericolo di vita, lo confermo: domani mattina si avranno notizie più chiare sul decorso, uno solo dei militari ha subito delle gravi ferite a una gamba, che è stata amputata”, ha detto, “Lo hanno riferito i medici anche a noi”. Quanto alla dinamica dell’accaduto, le indagini “le stanno centralizzando la coalizione e il nostro ministero della Difesa, posso riferire quello che abbiamo verificato a Baghdad, perché i soldati sono qui all’ospedale militare”, ha chiarito il diplomatico. “Ringraziando Dio, ci viene confermato che le condizioni non sono così gravi da far temere peggioramenti”, ha concluso Pasquino, “Domani mattina bisognerà vedere il decorso, poi – prima possibile, dipendendo dalle condizioni fisiche dei cinque militari – immagino che sarà organizzato il loro rientro in Italia”.

Il ministro della Difesa: “Non ci sono evidenze che l’attacco fosse  rivolto ai militari italiani” “Non ci sono evidenze che l’attacco fosse rivolto ai militari italiani” ha detto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini. “L’Isis è stato sconfitto militarmente, ma la lotta al terrorismo deve continuare e  continuerà”, ha sottolineato. “I primi soccorsi sono avvenuti sul luogo dell’attentato e poi i nostri militari sono stati trasportati a  Baghdad dove stanno ricevendo le cure mediche e l’assistenza necessaria – ha spiegato il ministro – Ripeto, alcune lesioni sono gravi ma  nessuno è in pericolo di vita. A loro voglio esprimere la vicinanza  non solo del governo ma di tutti gli italiani, la vicinanza alle loro  famiglie e a tutti i militari impegnati in Iraq e nelle altre missioni internazionali”. Il ministro segue “con attenzione e apprensione” gli sviluppi. Guerini, subito messo al corrente della situazione dal capo di Stato maggiore della Difesa, ha immediatamente informato il Presidente della Repubblica Mattarella e il Presidente del Consiglio Conte.

La solidarietà di Mattarella: Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto pervenire al Ministro della Difesa, on. Lorenzo Guerini, e al capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Enzo Vecciarelli, un messaggio di solidarietà per i militari rimasti feriti. Così una nota del Quirinale. Conte segue la vicenda “Il Presidente del Consiglio,Giuseppe Conte, è stato informato tempestivamente dal Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, in merito all’attentato che ha coinvolto questa mattina cinque militari italiani inIraq. È stato aggiornato sulle loro condizioni di salute e continua a seguire costantemente e con attenzione la situazione. Il Presidente Conte esprime vicinanza ai militari feriti, che stanno ricevendo in queste ore le cure mediche, e alle loro famiglie”. E’ quanto rende noto Palazzo Chigi.

Fonte Rainews

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera, il nuovo business locale? La droga

Nicotera come la Jamaica? Sembrerebbe di sì. In città è boom di stupefacenti “fai da te” con un aumento vertiginoso delle iniziative per la produzione e lo spaccio di droga fatta in casa. Le risultanze investigative degli ultimi mesi condotte dai carabinieri della Compagnia di Tropea, col costante supporto non…

Leggi tutto »

Crotonese, nella notte prese di mira alcune auto e un portone

A Isola di Capo Rizzuto, la notte scorsa, in via Siracusa, ignoti hanno esploso alcuni colpi di arma da fuoco danneggiando tre veicoli parcheggiati, due dei quali (una Ford “Fiesta” e un Fiat “Doblò”) in uso a F. P., 37enne, autista, già noto alle Forze dell’Ordine. Sono  intervenuti sul posto…

Leggi tutto »