Città di Tropea e Nicotera indignate difendono i “Vastasi dell’entroterra vibonese”.
Città di Tropea e Nicotera indignate difendono i “Vastasi dell’entroterra vibonese”.

MediterraneiNews.it

Città di Tropea e Nicotera indignate difendono i “Vastasi dell’entroterra vibonese”.

Vastasa sarà lei!!! La cronaca locale a suon di aggettivi impera in queste ore sui social in un match giocato in pieno clima natalizio, con calci e pugni, da far veder … comete, stelle, pastori, pecore e una capra, capra, capra che tanti Sgarbi fa. L’ha proprio sparata grossa e ha fatto pur la botta!  E’ come le figure enormi e tondeggianti dipinte da Botero: colpiscono per la loro mole sontuosa, che però, oltre a occupare lo spazio, non esprimono granché. Dal noto dizionario Treccapre il termine “Vastasa” sta a significare una donna molto rozza e trascurata nel vestire e nei modi; screanzata, villana. Come dire, si guarda allo specchio e si identifica con il modo dell’entroterra…

E’ dalle stelle alle stalle che impazza, in uno scintillio elettrizzante, una querelle che infiamma gli animi popolani nella Costa degli Dei, dall’altipian del Poro fino alla vastità dell’acqua esagitata del Tirreno, in un mare eruttante e stromboliano.  La cipolla rossa di Tropea si rivolta sottoterra nel pensare all’aglio nicoterese che si vanta d’essere “signorile e di sofisticata bellezza”, seppur consapevole di emanare un solfataro cattivo odor che inebriante la volteggia nella sua sempre “mistica solitudine”.

La “marmaglia” dell’entroterra vibonese, per editto della papessa nicoterana, inibito troverà l’ingresso alla massa tropeana. Durante i rari giorni in visita ufficiale, la porteranno a spalla sul baldacchino papale nel mentre per le vie del borgo la “vastaseria mafiosa dell’entroterra” con l’inchino si genufletterà. Festosi l’accoglieranno a Tropea sotto l’influsso di  Saturnino, Compagnino e Munizione, ma tolti gli Spoleti, ed una volta Schiariti i fatti e accertato che c’è pure il Marchese un pò Bagnato ed accolta poi verrà con Sempregioia, con un brindisi di Moscato ma, appurato che di bollicine Lombardo fermentato sarà, molto di traverso le calerà.

Con la lampa e la stampa a Natale gran festa si farà e, in un dì Quotidiano, l’etica non in vendita più sarà, ma in omaggio e con gioia si darà, sin da quando più la capra non scriverà. Di buon cuore, per far la pace tra le città, Nicotera con piacere e senza rancore ve la darà, a patto che …restituire più non si potrà.

Si aprano le danze nelle due città…e in buona festa il Natale e il capodanno si farà!!!

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Limbadi, La Distilleria Caffo presente al Vinitaly insieme al famoso botanico e showman Luca Sardella

Alla 52° edizione del Vinitaly, che vedrà, dal 15 al 18 aprile, di nuovo riuniti a Verona tutti i più importanti operatori del settore, la Distilleria Caffo si presenta forte di un esaltante 2017, nel quale sia l’ormai celebre Vecchio Amaro del Capo, sia una serie di altri prodotti in…

Leggi tutto »

Spilinga (VV), i Vigili del Fuoco del Comando provinciale salvano un pastore tedesco

I Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia sono intervenuti oggi alle 9,45 circa a Spilinga in località Fiume all’interno di una cava. Un passante si era accorto della presenza di un cane su una porzione di terreno dalla quale non riusciva a scendere. Giunti sul posto con…

Leggi tutto »
Città di Tropea e Nicotera indignate difendono i “Vastasi dell’entroterra vibonese”.