MediterraneiNews.it

Presentato a Gioia Tauro il Laboratorio Internazionale di Recitazione Calabria

Il grande Eduardo De Filippo diceva : ” Finchè ci sarà un filo d’erba sulla terra ce ne sarà uno finto su di un palcoscenico”.

Il teatro è vita, amore, passione; non è mai fine a se stesso ma realizza un’attività che ha uno scopo educativo di formazione umana e d’orientamento: supporta  la persona nella presa di coscienza della propria individualità e nella riscoperta del bisogno di esprimersi  al di là delle forme stereotipate, credendo incondizionatamente nelle potenzialità di ogni individuo.

 Allena gli individui ad affrontare con maggior sicurezza il reale, li aiuta a comprendere la difficile realtà sociale in cui vivono e li sostiene nel loro lavoro di crescita.

Il teatro può aiutare a riscoprire il piacere di agire e di sperimentare forme diverse di comunicazione, favorendo una crescita integrata di tutti i livelli della personalità.

In questo senso è uno strumento educativo in grado di restituire una centralità all’essere umano in tutte le sue componenti, fisiche e spirituali, nell’ottica di un nuovo umanesimo che, se pure non può dare una risposta alle domande ultime, può comunque offrire alla persona un percorso di crescita e di sviluppo completi, al fine di educare persone che siano soggetti sociali attivi, in grado di guidare il cambiamento e di non farsene travolgere.

Ebbene, sabato pomeriggio a Gioia Tauro è stato presentato il progetto:

” Laboratorio Internazionale di Recitazione Calabria”, nato dall’idea  Dimi De Delphes, attore e regista teatrale ed  Emiliano Chillico regista e sceneggiatore.

Emiliano Chillico, nel prendere la parola, ha subito ringraziato il sindaco di Gioia Tauro Aldo Alessio e l’Assessore alla Cultura  Carmen Moliterno.per aver abbracciato il progetto con entusiasmo, l’Associazione Giangurgolo per la concessione dei locali e un’importante associazione calabrese per la fattiva collaborazione.

Subito dopo si sono susseguiti gli interventi del  sindaco Alessio  e dell’assessore Moliterno, che  hanno rimarcato l’importanza  del teatro.

A Seguire  Dimi De Delphes, ha  presentato la scuola che è pensata come la maggiore struttura formativa dedicata all’arte della recitazione dell’intera Regione con un programma didattico che prevede lezioni teoriche ed insegnamenti pratici e la collaborazione con prestigiose scuole e accademie teatrali nazionali ed internazionali.

Numeroso il pubblico presente, tra cui l’attore Costantino Comito.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

La Calabria da domani alla Mitt di Mosca, una delle cinque più importanti fiere di settore al mondo.

A pochi giorni dalla storica decisione della Deutschen Reiseverbands (DRV) – la più importante associazione di operatori turistici tedesca – che ha scelto la Calabria per organizzare l’edizione 2018 del suo importante meeting annuale, il Dipartimento Turismo della Regione si prepara a partecipare alla MITT di Mosca, dove la Calabria sarà…

Leggi tutto »

Scuola di specializzazione in Cardiochirurgia a Catanzaro, Mangialavori (FI) presenta un interrogazione al governo.

Il governo deve spiegare le motivazioni che hanno portato alla mancata previsione di posti statali per la Scuola di specializzazione in Cardiochirurgia dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro. È questa la richiesta che ho avanzato all’esecutivo, in una interrogazione parlamentare con carattere d’urgenza. Lo dichiara in un interoggazione il senatore di Forza…

Leggi tutto »