MediterraneiNews.it

Corigliano: Area d’attesa di radiologia, consegnati i lavori.

Cerimoniale di consegna presso la divisione di radiologia del presidio ospedaliero “Guido Compagna” dei lavori di ammodernamento dell’area d’attesa, alla presenza del commissario regionale della sanità Massimo Scura, del direttore dell’ospedale spoke Corigliano-Rossano Pierluigi Carino (in rappresentanza del Dg Raffaele Mauro e del Ds Francesco Giudiceandrea, assenti per impegni precedentemente assunti); del sindaco di Corigliano Giuseppe Geraci, dell’assessore alle politiche sanitarie del Comune di Rossano Dora Mauro (in rappresentanza del sindaco Stefano Mascaro) e di Don Santo Aquilino, cappellano dell’ospedale (in rappresentanza dell’arcivescovo Giuseppe Satriano).

Dopo i saluti del primario della divisione di radiologia Stefano Giusti, ha preso la parola il presidente dell’Associazione “Vincenzino Filippelli – Onlus”, Avv. Elisabetta Verrina che, nel ringraziare i presenti e quanti hanno reso possibile l’attuazione della donazione, ha ricordato il ruolo sociale dell’associazione, obiettivi e scopi, in primis aiutare i bambini oncologici.  Tuttavia considerata la drammaticità economica e sociale del territorio, spesso l’associazione svolge un ruolo di guida, supporto e sostegno a favore delle famiglie meno abbienti. Ecco perché è importante incentivare la cultura del volontariato appellandosi ai principi di sussidiarietà.

L’Associazione è già intervenuta presso l’ambulatorio di Oncologia di Rossano e nel reparto di Pediatria di Corigliano, attraverso significativi interventi, di sollievo e di assistenza ai pazienti e al personale sanitario. «La sala d’attesa consegnata -afferma il presidente Verrina- va in questa direzione. Creare uno spirito di accoglienza gradevole per chi vive momenti drammatici in attesa di un esito clinico, al fine di ridurre il livello di sofferenza».

L’investimento è stato contenuto, grazie anche alla serietà dell’impresa Milieni Alfonso, che ha effettuato i lavori di verniciatura, suppellettili, pavimenti, cartellonistica e controsoffittatura con scrupolo, puntualità e senso di responsabilità.

Nel corso dell’incontro sono stati ricordati due importanti personalità del locale presidio ospedaliero, prematuramente scomparsi a causa di un grave male: i dottori Pasquale Romio e Gianfranco Pappacena.

I presenti hanno espresso vivo apprezzamento per l’iniziativa intrapresa dell’Associazione “Vincenzino Filippelli” quale valido esempio di volontariato concreto.

A seguire, si è aperto un momento di confronto e di riflessione sulle politiche sanitarie in Calabria. In particolare sul futuro nuovo ospedale che dovrebbe sorgere in contrada Insiti, tra i due comuni di Corigliano e di Rossano e sui ritardi inerenti l’approvazione dell’atto aziendale dell’Asp di Cosenza.

Il commissario Scura, sollecitato sui punti in questione, non si è sottratto. Ha confermato che l’ospedale nuovo si farà, con altrettanta franchezza ha ammesso l’esistenza di problemi di carattere gestionale e legale che si auspica potranno essere superati in breve tempo. «Occorre stare attenti durante l’affidamento dei lavori nelle gare d’appalto» – osserva Scura – il quale si dice critico sulla gestione del passato, soprattutto quando si potevano realizzare nuovi ospedali attingendo fondi dalla legge ex art.20 sull’edilizia sanitaria. «Tutte opere oggi ferme, rimaste inutilizzate».

Il commissario Scura esprime dissenso nei confronti di chi ha governato la Calabria negli anni scorsi: «Prima di chiudere i vecchi presidi andava aperto il nuovo ospedale, cosi come è accaduto in Toscana».

Il massimo rappresentante di Governo parla dell’atto aziendale dell’Asp di Cosenza fermo da oltre un anno per accontentare gli “amici degli amici”. L’ufficio del Commissario, a tal riguardo, è a lavoro al fine di scrutare ogni eventuale singola modifica apportata. Una battuta, infine, sulle 592 assunzioni contenute nel decreto a sua firma e ostacolato, a suo parere, con motivazioni incomprensibili. Sul punto il commissario Scura si dice pronto, nel caso di ulteriori impedimenti, a recarsi presso gli uffici della Procura della Repubblica, al fine di tutelare gli interessi della collettività.

Tra gli interventi che si sono susseguiti è emersa l’importanza di sostenere il progetto di fusione dei due comuni di Corigliano e di Rossano, utile ad alimentare il potere contrattuale nei luoghi in cui si decide.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Racolta differenziata a Schiavonea – partecipazione edentusiasmo al primo incontro di quartiere.

Partecipato il primo incontro di quartiere, tenutosi giovedì 14 settembre nei pressi di Piazzetta Portofino, per informare e sensibilizzare sul nuovo servizio che partirà a Schiavonea dal prossimo 1 ottobre. Da quella data, anche il borgo marinaro potrà dare inizio ad una nuova era nella gestione dei rifiuti, con l’avvio…

Leggi tutto »

Martedì a Roma incontro tra il Governatore Oliverio e il Ministro della Salute Lorenzin.

Dopo aver incassato l’appoggio di 350 sindaci calabresi, delle 4 province calabresi e della Città metropolitana di Reggio Calabria, il presidente della Regione Mario Oliverio, martedì 5 dicembre sarà a Roma per incontrare il Ministro della salute Lorenzin. Oliviero va a questo incontro – in sostanza – per chiedere due…

Leggi tutto »