MediterraneiNews.it

Approvato finanziamento di oltre un milione di euro indirizzato al sostegno dei cittadini residenti in 16 comuni

E’ stato approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali il progetto Pon-Sia, un finanziamento di 1.374.000 euro indirizzato al sostegno dei cittadini residenti nei sedici comuni facenti parte del Distretto socio assistenziale numero 3 che comprende, oltre Nicotera, Briatico, Cessaniti, Drapia, Filandari, Joppolo, Limbadi, Parghelia, Ricadi, Rombiolo, San Calogero, Tropea, Zaccanopoli, Zambrone, Zungri e Spilinga capofila.

All’interno del Distretto, assistenti sociali e psicologi, in aderenza ai decreti del Ministero, attueranno le linee progettuali e gli interventi per bisogni complessi in collaborazione con il Centro per l’impiego, gli Enti di formazione professionale e le associazioni del terzo settore. Attualmente con il Sia (Sostegno per l’inclusione attiva), nel Distretto sarebbero stati “presi in carico” circa cento nuclei familiari beneficiari in possesso di specifici requisiti: figli minori, disabili, donne in gravidanza, over 55, disoccupati in condizioni di disagio. I nuclei familiari già presi in carico dai servizi sociali distrettuali avrebbero già sottoscritto un progetto personalizzato (Contratto d’impegno) finalizzato a formazione, inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro ed integrazione sociale in generale, ma anche altre famiglie aventi i requisiti potranno presentare domanda per l’inserimento nel Sia presso il proprio Comune di residenza. Conclusa la prima fase di verifica e di accettazione della domanda da parte dell’Inps, si potrà inviare la pratica al Distretto per la conseguente presa in carico da parte dei servizi sociali.

Il tratto innovativo della misura sarebbe che la condizione di bisogno non è identificata solo nel reddito, quindi si dovrebbero ricercare possibili soluzioni sia per le difficoltà materiali sia per quelle che dovessero esserci a livello sociale, educativo e di relazione. Verrà presa in carico, così, tutta la famiglia in situazione di disagio e di povertà, in un possibile percorso verso l’autonomia.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Questione acqua: ancora disagi a Santa Domenica di Ricadi.

Non si ferma la protesta del Comitato dei cittadini sorto a Santa Domenica di Ricadi sul problema acqua, che in molte case, “nonostante le condizioni dell’acqua sono in parte migliorate a seguito delle nostre proteste – hanno dichiarato gli stessi attivisti che ne fanno parte – “giunge, a fasi alterne,…

Leggi tutto »

Il congresso della Gioventù federalista europea (Gfe), tenutosi nella sala convegni del sistema bibliotecario vibonese, a conclusione dei lavori, ha confermato, con voto unanime, Daniela Caridà nel ruolo di presidente e Francesco Pacilè in quello di tesoriere. L’assemblea ha poi assegnato l’incarico di segretario ad Antonio Vecchio e quello di…

Leggi tutto »