MediterraneiNews.it

Alluvione di Joppolo, deliberata la richiesta di dichiarazione dello stato di calamità

E’ tuttora in corso da parte del Comune, in seguito agli eventi calamitosi che hanno interessato il territorio di Joppolo colpito dal violento nubifragio nelle prime ore del 18 giugno 2018, l’attività volta al ripristino delle normali condizioni di vivibilità e di circolazione viaria. E’ stato avviato, inoltre, il controllo e il monitoraggio, in particolare, degli impianti idrici e fognari, a causa della notevole quantità di acqua caduta.

Giorno 19, è stata adottata la delibera di richiesta di dichiarazione di stato di calamità inoltrata alla Regione Calabria al fini dello stanziamento volto al risarcimento dei danni subiti alle infrastrutture pubbliche e alle proprietà private. A tale proposito,  sono tuttora in corso i sopralluoghi e le ricognizioni del territorio ad opera dell’ufficio tecnico comunale e da giovedì si potranno segnalare al Comune eventuali danni subiti, in seguito all’evento calamitoso utilizzando rispettivamente la scheda “a” e/o la scheda “b”, a secondo del danno che si vuole segnalare (le schede sono disponibili sul sito web del Comune).

L’amministrazione informa, inoltre, che da venerdì alle 13, vigili del fuoco hanno comunicato che lo stato di emergenza è finito, con la conseguente chiusura della sede Com (Centro Operativo Misto) ubicata nella struttura della frazione Badia di Nicotera, presso la scuola Primaria, rimasta attiva h24 nelle giornate successive all’evento calamito.

“Si ringraziano – affermano i componenti dell’amministrazione comunale – i Vigili del fuoco, gli operatori della Protezione Civile regionale e di Calabria Verde, i comandanti di stazione ed i militari dell’Arma dei carabinieri e della Guardia Costiera, gli operatori delle ditte intervenuti per la grande professionalità dimostrata nella difficile circostanza. Un ringraziamento va alla struttura tecnica del Comune, coordinata dall’ingegnere Pasquale Ferrazzo ed a tutti i tecnici che si sono messi gratuitamente a disposizione per una prima ricognizione volta ad una preliminare stima dei danni subiti. Un grazie particolare ai Giovani del Servizio civile di Joppolo, al Vigile Urbano, a tutti gli impiegati comunali in servizio per la loro abnegazione e per la continua e qualificata attività al servizio della comunità cittadina e ai volontari dell’associazione “Aeza”. Un plauso, infine, al fattivo ed operoso comportamento tenuto dai cittadini di Joppolo che, pur seriamente colpiti dagli eventi calamitosi, non hanno fatto mancare collaborazione ed utili suggerimenti operativi”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera, l’Itis “vola in alto”. Lanciata una sonda stratosferica nel vicino spazio

L’Iti del dirigente scolastico Marisa Piro vola alto e, nella mattinata di ieri, da Nocera Terinese, gli alunni della quarta A, indirizzo meccanica e meccatronica, dopo averla realizzata hanno lanciato una sonda stratosferica nel vicino spazio concludendo, così, il progetto “Eos” del percorso di alternanza scuola-lavoro patrocinato dal Consorzio di bonifica tirreno reggino e…

Leggi tutto »

San Gregorio d’Ippona (VV), zio tenta di uccidere i propri nipoti sparandogli con una pistola – VIDEO

Nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia hanno eseguito un provvedimento di fermo emesso dall’A.G. della Procura di Vibo, ad esito delle risultanze della loro attività investigativa, nei confronti di S.M., vibonese classe ’78, poiché ritenuto responsabile di aver attentato, giorno 8, alla vita dei propri nipoti S.E….

Leggi tutto »