MediterraneiNews.it

Maierato, primi passi per costituire un consorzio per la promozione all’estero dei prodotti tipici delle Serre calabresi

Si muovono i primi passi per costituire un consorzio volto a promuovere all’estero i prodotti tipici delle Serre calabresi, rilanciando così l’economia dell’entroterra (e più precisamente dell’area compresa tra l’angitolano e lo Jonio catanzarese).

La riunione per illustrare il progetto si è tenuta a Maierato su iniziativa del comitato “Contenimento del cinghiale e difesa del territorio” e dell’amministrazione comunale. Presenti i principali esponenti di Coldiretti Vibo Valentia, sindaci del comprensorio, nonché numerosi imprenditori provenienti da tutto il circondario.

Relatore della serata è stato il dottore Domenico Cosentino che si occupa di import-export presso la Camera di Commercio Svizzera.  Cosentino ha esposto le opportunità che il progetto consorzio potrebbe offrire per lo sviluppo del territorio e dell’imprenditoria locale.

“Per creare opportunità nella nostra terra – ha affermato – è fondamentale capire cosa essa ci offre e quanti posti di lavoro possono nascere da quel che si produce”.

Sulla stessa scia gli interventi di Eugenio Fristachi e di Vincenzo Lazzaro, rispettivamente presidente e vice presidente del comitato organizzatore. “E’ importante unirsi – hanno dichiarato –  per dare possibilità concrete alle nostre realtà e ai nostri giovani, affinchè venga arginato lo spopolamento delle aree interne”.

“Si tratta di un progetto a lungo termine -ha rimarcato il sindaco di Maierato, Danilo Silvaggio – i cui vantaggi potrebbero determinare il futuro delle prossime generazioni”.

Tanti gli interventi da parte dei partecipanti all’incontro. Tutti hanno evidenziato interesse nei confronti dell’iniziativa. Inevitabilmente è emerso il problema del sovrappopolamento dei cinghiali. A tale proposito il sindaco Silvaggio ha affermato di non condividere i blandi interventi prospettati dalla Regione che, dopo innumerevoli solleciti, ha autorizzato nel comune di Maierato l’attività di selezione solo dal 13 al 25 giugno, da attuarsi tramite una squadra che nell’ultimo anno ha abbattuto pochissimi capi di ungulati.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

San Nicolò di Ricadi, scompare un pensionato, ritrovato dopo qualche ora

Non si avevano notizie, dalle 13.30, di Giuseppe Loiacono, pensionato di 70anni, conosciuto in paese come “Peppino il Commendatore”. Il Loiacono, ex autista di scuolabus del Comune, vive con la sorella, era uscito da casa dopo pranzo. Era stato, poi, visto, l’ultima volta, nel primo pomeriggio, nei pressi di Brivadi. Le ricerche…

Leggi tutto »

Anche in Calabria, il 21 maggio, la giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane.

Nel nostro Paese, accreditato spesso del 60% dei beni culturali mondiali, il patrimonio storico-artistico architettonico, costituisce parte essenziale dell’identità culturale. La conservazione di questo patrimonio, vera e propria memoria del passato, richiede che esso venga tramandato alle generazioni future attraverso la tutela e valorizzazione degli edifici e dei giardini storici,…

Leggi tutto »