MediterraneiNews.it

A Joppolo (VV) fa tappa il tour informativo del M5S. Laura Ferrara e Riccardo Tucci spiegano il Reddito di cittadinanza e Quota 100

Ha fatto tappa all’hotel “Royal” della frazione Coccorino, il tour informativo-itinerante del Movimento 5 Stelle, “Se lo diciamo lo facciamo”, un incontro organizzato per parlare di Reddito di cittadinanza e Quota 100. Presenti all’incontro moderato da Giovanni Capua del comitato “Strada del mare”, l’europarlamentare Laura Ferrara e Riccardo Tucci, portavoce alla Camera dei Deputati.

Giovanni Capua – Laura Ferrara – Riccardo Tucci

“I nostri incontri – afferma la Ferrara – vogliono fornire ulteriori spiegazioni sulle misure recentemente varate dal Governo a causa della contro-propaganda avviata da altri partiti politici che considerano quella del Reddito di cittadinanza una misura per fannulloni. Noi, invece, vogliamo fare chiarezza. Il Reddito di cittadinanza è un punto programmatico del Movimento, uno dei suoi cavalli di battaglia. Si parte dalla consapevolezza che in Italia ci sono circa 5 milioni di cittadini che vivono al di sotto della soglia di povertà e uno dei motti del M5S è “Nessuno deve rimanere indietro”. La nostra è una misura non assistenzialistica,

ma che permetterà alle persone di reinserirsi nel mercato del lavoro e fino a quel momento di vivere con dignità. Tante, infatti, sono le perone sfruttate dal lavoro nero o facile preda della criminalità organizzata perchè non hanno nulla per vivere dignitosamente. Grazie a questa misura offriamo una possibilità per trovare un lavoro. Certo, bisogna rispettare una serie di requisiti. Anche chi deve avviare un’impresa avrà vantaggi, così come gli imprenditori che assumono. Un progetto che va a 360 gradi, che riguarda, quindi, chi ha già una formazione lavorativa e chi vuole iniziare, chi vuole essere imprenditore. Una misura simile è presente in 26 Paesi dei 28 dell’Ue. Quota 100 finalmente permette a chi ha raggiunto età e contributi, di andare in pensione. Sono 78mila attualmente le domande.

Le due misure rappresentano la riprova della coerenza del nostro Governo. Siamo attaccati perché c’è chi dice che ci saranno i furbetti che approfitteranno del reddito di cittadinanza, ma i cittadini avranno la capacità di capire autonomamente come vanno le cose perché parleranno i fatti. Il M5S così facendo sta restituendo i diritti ai cittadini”.

Laura Ferrara e Riccardo Tucci

“Mi aspettavo che quantomeno le forze che si dicono di Sinistra avrebbero accolto bene questa manovra – dichiara Riccardo Tucci -, ma in giro c’è molta disinformazione sul Reddito di cittadinanza, la nostra battaglia storica, il nostro faro. Grazie a questa misura si riuscirà a migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, aumentare l’occupazione, contrastare la disuguaglianza e la povertà, 5milioni e mezzo solo in Italia a cui verranno erogati 7miliardi di euro. Chi ne ha diritto? Il 47% di persone al Centro-Nord e il 53% al Sud. E’ una misura che prevede il miglioramento della vita, una norma anti-divano. Le aziende, inoltre, saranno incentivate ad assumere. Quota 100 è un’altra battaglia che da anni il M5S porta avanti. Siamo riusciti senza nessuna penalizzazione, ad aprire una finestra per chi vuole  andare in pensione, circa 1milione di persone. Dopo 20 giorni sono giunte 78mila domande. Si attuerà, così, un cambio generazionale che fa bene alle imprese. Sono manovre, queste, che permettono di guardare allo Stato con un pò di felicità, forse in questo modo lo Stato è più vicino ai cittadini e per questo siamo molto orgogliosi”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Dopo la sconfitta a Catanzaro il PD accellera sulla riorganizzazione del partito in Calabria.

Il vicesegretario nazionale del Partito Democratico Maurizio Martina, ha comunicato ai vertici calabresi del partito l’avvio della stagione congressuale per il rinnovo degli organismi dirigenti provinciali e territoriali di circolo eletti nel 2013 in Calabria. L’obiettivo è quello di rilanciare l’azione politica dei dem in vista delle elezioni politiche del 2018. A…

Leggi tutto »

Imparato (Confindustria): La resistenza al cambiamento un fattore negativo

Gli echi del referendum faticano a spegnersi. Commenti, riflessioni, critiche si rincorrono. Il dado, però, è tratto. La gente ha votato ed ha deciso. Il risultato ha fatto felice il fronte del “no”, ma la parte avversa lo ha accettato senza fare tanti drammi. Ora non c’è che da guardare…

Leggi tutto »