MediterraneiNews.it

Addio a Massimo Bordin, l’amico del mattino che raccontava la rassegna stampa su radio Radicale.

Pino Macino, da Pupari & Pupi
E dopo che lo segui per anni…anno dopo anno….incominciando con lui la giornata…da lunedi a Venerdi…mentre fai la barba e ti appresti ad affrontare la quotidiana necessità del lavoro…ti accorgi che quella voce è quella di un amico del quale non vuoi e non puoi  fare a meno. Massimo Bordin ci ha raccontato “i giornali”…ha condotto la più bella rassegna stampa radiofonica italiana…con  maestria, competenza, ironia. A volte  – spesso direi – con il sarcasmo lieve    e travolgente  possibile ed accettato solo quando viene da chi ha grande  cultura ed educazione oltre che amore per la verità . Massimo è morto. Radio Radicale perde la sua voce più ascoltata. All’inizio del mese…sentendo una mattina la sua voce quasi stentata e biascicante mi sono allarmato…mai l’avevo sentita così…abituato invece alla sua tosse enfisematosa e bellissima…unica. Mi ero tranquillizato …il giorno dopo….aveva ritrovato la sua quotidianità. Poi  la sua ingiustificata assenza. Nascondeva ai suoi amici dell’etere la sua malattia ed ha voluto lavorare fino alla fine. Sarà difficile sentire la rassegna stampa nei prossimi giorni.E’ per me un dispiacere vero.Oggi voglio solo ricordarlo e ringraziarlo per essere stato compagno ed amico di tanta parte della nostra vita.
Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Gandolfini (Family Day): “Bonino, Cirinnà e Boldrini stiano serene. A Verona smentiremo le loro menzogne e mostreremo la bellezza della famiglia”

“Potete stare serene Emma Bonino, Monica Cirinnà, Laura Boldrini e compagne varie: la vostra macchina del fango contro il Congresso di Verona verrà smentita dai fatti. In particolare il mondo italiano presente al congresso non dirà proprio nulla che sia contrario alla nostra Costituzione: la famiglia è una società naturale…

Leggi tutto »

San Calogero, dopo aver raccontato la Calabria in musica, Fabio Console adesso lo fa da scrittore

Fabio Console, talento di San Calogero trapiantato a Roma, esordisce come scrittore presentando, durante un incontro, la sua fatica letteraria “14 Gradi di Rosso”. Il libro è incentrato su storie di vita vissuta tra i piccoli borghi della Calabria e la grande metropoli di  Roma. Il testo , edito da…

Leggi tutto »