Il Museo Etnico Arberesh di Civita entra a far parte del sistema museale regionale
Il Museo Etnico Arberesh di Civita entra a far parte del sistema museale regionale

MediterraneiNews.it

Il Museo Etnico Arberesh di Civita entra a far parte del sistema museale regionale

Il Museo Etnico Arberesh di Civita entra a far parte del sistema museale regionale della Calabria.
L’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano: “Un riconoscimento arrivato grazie alla caparbietà del sindaco Tocci e della sua amministrazione”
Il sindaco Tocci: “Un riconoscimento che dimostra come i frutti arrivano quando si lavora con scrupolo, impegno e dedizione e per la comunità”.

Civita – Il Museo Etnico Arberesh di Civita è stato riconosciuto come Museo di interesse Regionale. L’ambìto riconoscimento è stato approvato nel corso della seduta di giunta regionale del 6 giugno scorso su indicazione dell’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano. L’iter per ottenere l’importante riconoscimento per il Museo Etnico Arberesh di Cività è stato avviato, alla fine del 2017, dal sindaco Alessandro Tocci con una formale richiesta al Dipartimento Turismo Istruzione Beni Culturali e Cultura della Regione Calabria. “Un riconoscimento arrivato grazie alla caparbietà del sindaco Tocci e della sua amministrazione” – ha tenuto a sottolineare – in una dichiarazione l’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano. “Essere riconosciuti come Museo di interesse regionale, per cui si entra a far parte del sistema museale regionale, significa – ha spiegato l’assessore Corigliano – essere adeguati rispetto a standard di qualità, di accessibilità e di sicurezza individuati a livello nazionale, perché stiamo uniformando il sistema regionale al sistema nazionale. Significa, altresì, far parte di una rete per quello che riguarda le attività, ed essere in rete – ha concluso l’assessore Corigliano – è diverso che essere da soli”. Non è stato per niente facile l’iter affinchè il Museo Etnico Arberesh di Civita entrasse a far parte del sistema museale regionale. Tutto parte il 30 dicembre 2017, quando il sindaco di Civita, Alessandro Tocci, fa partire la richiesta. Dopo un fitto carteggio tra il Comune di Civita e il Dipartimento Turismo Istruzione Beni Culturali e Cultura della regione Calabria, il 7 giugno del 2018 la Regione Calabria – Dipartimento Turismo Istruzione Beni Culturali e Cultura –, con una propria nota, comunica al Comune di Civita che la commissione Tecnico scientifica ha espresso parere negativo circa l’inserimento del Museo Etnico Arberesh nel sistema museale regionale “per carenza di documentazione presentata”, ma il Comune di Civita, già il giorno prima di ricevere la nota, cioè il 6 giugno 2018, aveva provveduto a trasmettere “ulteriore documentazione a integrazione della precedente”. Esattamente a distanza di un anno, la Giunta regionale, su indicazione dell’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano, nella seduta del 6 giugno scorso ha riconosciuto il Museo Etnico Arberesh di Civita,, insieme ad altri quattro musei, come Museo di interesse regionale. Una notizia che è stata accolta con grande compiacimento dal sindaco Alessandro Tocci.
“Esprimo la mia piena soddisfazione e quella di tutta l’amministrazione che mi onoro di guidare per l’importante riconoscimento ricevuto.

Un riconoscimento che dimostra, ancora una volta, come i frutti non tardano ad arrivare quando si lavora con scrupolo, impegno e dedizione e, soprattutto, quando si lavora per la comunità. Ringrazio i dipendenti del Comune di Civita, in particolare Mimmo Emanuele, che con solerzia hanno curato la pratica, i funzionari del Dipartimento Turismo Istruzione Beni Culturali e Cultura della Regione Calabria che non ci hanno mai fatto mancare il loro fattivo apporto, ma un ringraziamento particolare lo voglio rivolgere all’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano, che ancora una volta ha dimostrato di guardare con la dovuta attenzione alla comunità di Civita e alle sue ricchezze. Un grande merito per il raggiungimento di questo obiettivo, mi sia consentito, è anche nostro, cioè di noi amministratori che abbiamo privilegiato, anche in quest’occasione come abbiamo sempre fatto e continueremo a fare, le priorità della comunità non guardando mai le persone, ma i ruoli che esse rivestono. Quindi esprimo gratitudine immensa ai miei amministratori, che mi hanno supportato per l’ottenimento del riconoscimento”.

Civita, lì 8 giugno 2019

Ufficio Comunicazione.
Comune di Civita

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Coldiretti, contributi e sovvenzioni fino a 10mila euro devono essere pubblicati dalle imprese:ecco chi e come fare

I chiarimenti degli esperti dell’Ufficio Fiscale di Coldiretti. Il Decreto crescita (D.L. 34/2019) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 del 30.04.2019 introduce, all’art. 35 alcune importanti novità alla normativa sulla pubblicità delle erogazioni pubbliche.  Le aziende, entro il 30 giugno di ogni anno devono dichiarare “le informazioni relative a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti,…

Leggi tutto »

Nicotera. 8 giugno Primo meeting internazionale sulla dieta mediterranea.

Come annunciato qualche settimana fa, dal Presidente della Regione Calabria, venerdì 8 giugno ore 9.30 una intervista alla Madrina della manifestazione Lidia Bastianich nell’affaccio del castello sul largo Roberto il Guiscardo, seguirà alle ore 11.3o nella sala consiliare e nel Chiostro di palazzo convento,  a Nicotera,  il Primo Meeting Internazionale sulla Dieta Mediterranea….

Leggi tutto »
Il Museo Etnico Arberesh di Civita entra a far parte del sistema museale regionale