MediterraneiNews

Nicotera, la scuola media “Dante Alighieri” trasferita nell’ “Elefante rosso” per l’inagibilità dei locali

scuola-media-nicotera-
scuola media “Alighieri”

<I locali della scuola media “Dante Alighieri” non sono utilizzabili. La verifica di vulnerabilità sismica effettuata di recente ha evidenziato, in particolare, che l’ultimo piano, causa gravi carenze strutturali, è soggetto a rischio collassamento per cui è stata già emanata l’ordinanza di chiusura della struttura>. A dare la notizia è lo stesso sindaco Pino Marasco che, improvvisamente, viene a trovarsi tra le mani una patata bollente che metterà a dura prova anche la tempra di Giuseppe Sangeniti, nuovo dirigente dell’istituto comprensivo “Antonio Pagano” e, quindi, anche della “Dante Alighieri”, il quale si troverà subito alle prese con problemi che gli faran <tremare le vene e i polsi>. A mettere a nudo i seri inconvenienti tecnici della scuola media è stata la verifica di vulnerabilità sismica effettuata dallo studio ingegneristico che si era aggiudicata la gara nello scorso mese. Sotto i riflettori soprattutto l’ultimo piano dello stabile che necessita di interventi immediati da finanziare con fondi ministeriali. La giunta comunale sta valutando attentamente la situazione prima di adottare i provvedimenti più opportuni a cominciare dal reperimento di locali in grado di ospitare gli alunni e tutto il personale, nonché i laboratori. L’orientamento è quello di trasferire la scuola media nei locali dell’ “Elefante rosso” sito in contrada “Timpa” di Nicotera Marina e confiscato alla mafia nel 2001. Sulla durata dei lavori non si dice ancora nulla, ma appare non azzardato prevedere che dureranno almeno sino alla prossima primavera.

pino marasco
pino marasco

Tra i genitori non mancano i primi malumori, ma individuare soluzioni alternative pare cosa altamente improbabile. E’ inattuabile, infatti, l’ipotesi di utilizzare i locali della scuola elementare ricorrendo, magari, a doppi turni. Anche nella “Antonio Pagano”, sede dell’istituto comprensivo, stanno per essere avviati i lavori di ristrutturazione dell’intero immobile. Grazie ad un finanziamento di 800mila euro risalente alla gestione dell’amministrazione guidata da Franco Pagano, la scuola sarà completamente messa a nuovo partendo dalla pavimentazione per arrivare agli infissi. Non dovessero essere avviati i lavori in tempi brevi si correrebbe il rischio di perdere il finanziamento. Non dovrebbero esserci problemi per la sistemazione degli scolari. L’istituto è grande, le aule sono tante e c’è da immaginare che il cantiere riguarderà prima una parte della struttura e poi l’altra. I disagi non mancheranno. Alunni e personale saranno costretti a convivere a lungo con rumori e muratori. Per il nuovo dirigente, fresco di prima nomina, ci sarà un battesimo di fuoco. Avrà al suo fianco, naturalmente, l’amministrazione comunale, che, da parte sua, confida sulla collaborazione di famiglie e istituzioni. Per l’utilizzo dell’ “Elefante rosso” non dovrebbero esserci problemi di sorta. Trattandosi di emergenza, la Prefettura non frapporrà ostacoli. Si allontana sempre più, invece, l’attivazione dei progetti finanziati e mai avviati nonostante le consistenti somme spese per ristrutturare l’ex albergo e arredarlo di tutto punto.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera, a 50 alunni del Liceo la certificazione “Cambridge”

“Apprendere e potenziare la conoscenza della lingua inglese sostenuti da una idonea certificazione, offre vantaggi competitivi e fa la differenza”. Di ciò è pienamente convinto il dirigente scolastico dell’istituto Omnicomprensivo “B. Vinci”, Marisa Piro e lo ha sottolineato durante l’atto conclusivo del percorso di preparazione finalizzato al conseguimento della certificazione…

Leggi tutto »