Nicotera, Buccafusca (Movi@Vento): "Bilancio decisamente negativo per l'operato dell'amministrazione Marasco"
Nicotera, Buccafusca (Movi@Vento): "Bilancio decisamente negativo per l'operato dell'amministrazione Marasco"

MediterraneiNews.it

Nicotera, Buccafusca (Movi@Vento): “Bilancio decisamente negativo per l’operato dell’amministrazione Marasco”

“Un bilancio complessivo decisamente negativo”. E’ il giudizio del gruppo consiliare di minoranza Movi@Vento riguardo l’operato dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Marasco.

“A chi come noi ama il proprio paese -afferma il consigliere di minoranza, Maria Adele Buccafusca – con relative frazioni, interessa affrontare le problematiche e cercare le soluzioni più adeguate nell’interesse della Comunità di tutto il territorio; al contrario le polemiche, le falsità e i riferimenti ambigui che, di tanto in tanto, vengono lanciati  a casaccio, a noi non interessano. Il nostro gruppo consiliare sin dall’inizio si è proposto di fare un’opposizione sana e costruttiva tramite una visione, a breve e a lunga scadenza, per evitare che questo Comune navigasse a vista senza una vera prospettiva. Siamo tutti consapevoli che in una realtà come la nostra, che ha subito diversi scioglimenti dei consiglio comunali per infiltrazioni mafiose, e ulteriormente penalizzata da amministrazioni commissariali che hanno governato malissimo, le priorità sono tantissime. Il nostro gruppo ha da subito individuato quelle  destinate  a migliorare la qualità di vita della nostra Comunità, tese a favorire la crescita sociale ed economica del nostro territorio e le abbiamo indicate all’attuale amministrazione guidata dal  sindaco Marasco”.

A detta della Buccafusca, il gruppo Movi@vento avrebbe sempre avanzato le proposte che puntualmente sono state quasi sempre approvate dall’intero consiglio comunale: dalla diffida alla Mea, ditta dei rifiuti, per la quale,  dopo tre mesi, nonostante le nostre continue richieste, stiamo ancora aspettando la risoluzione del contratto; alla viabilità e alla sicurezza stradale; alla prevenzione di possibili allagamenti in vista di alluvioni; e, ancora, alla postazione del 118 e alle altre problematiche sanitarie. “Ma poi? – evidenzia il consigliere – Partendo dall’ultimo tema, il sindaco come prima autorità sanitaria del nostro territorio, su nostra iniziativa, aveva accettato di coordinare un tavolo tecnico permanente, punto di riferimento tra il nostro territorio e i responsabili della sanità vibonese. Ma poi? Tutto si è fermato! E così tutto il resto. E allora a cosa serve che questa maggioranza condivida le nostre proposte, i nostri suggerimenti mirati a “sbrogliare” le mille matasse che avviluppano il nostro territorio, se poi resta col fuso in mano? Vogliamo parlare del tema dell’inquinamento marino? Anche in questo caso è stata approvata la delibera da noi proposta per l’istituzione di un tavolo permanente, ma il sindaco ha passato la mano e, dopo un primo incontro avvenuto a San Ferdinando tre mesi fa,  non ha assunto alcuna iniziativa né si è visto agli appuntamenti in cui sono stati presenti i suoi omologhi; ci si augura ora vivamente che non mancherà il prossimo 18 novembre all’importantissimo incontro programmato dal coordinamento delle  associazioni ambientaliste ”Bandiera Blu per il Golfo” con i sindaci della nostra fascia costiera proprio per rilanciare quel tavolo tecnico posto inopinatamente in stand bay”.

Un bilancio complessivo, quindi, negativo, perché se è pur vero che il Comune è dissestato, che l’amministrazione precedente guidata dalla terna commissariale ha prodotto ulteriori danni a quelli già esistenti “è anche vero che – afferma -, la stessa ha lasciato nelle casse del nostro  Municipio significativi finanziamenti come quello di 750mila euro destinati all’edilizia scolastica e altri se ne sono aggiunti, come quelli per la video sorveglianza, quelli per i danni alluvionali e la prevenzione idrogeologica. Soldi e opere ereditate e di cui l’amministrazione non ha oggettivamente titolo e merito per la loro rivendicazione, come pure ha provato a fare.  Lo stesso dicasi per il pozzo realizzato in località Santa Barbara, che segna il coronamento di una battaglia iniziata dal Movimento 14 luglio fin dalla sua nascita e che, con i suoi 4,5 litri al secondo di acqua, certamente più buona di quella erogata dalla Sorical, può rendere autonoma la Marina per buona parte dell’anno. Vogliamo aggiungere che è stata deliberata a suo tempo anche la trivellazione del pozzo di Preitoni il cui finanziamento, a detta del responsabile dell’Area tecnica, sarebbe stato stornato dalla terna commissariale e il cui importo poteva essere nel frattempo recuperato inserendolo nella variazione di bilancio intervenuta di recente. E ancora sul fronte idrico, è bene ricordare ancora una volta a questa Amministrazione che c’è in essere un progetto regionale di ingegnerizzazione della rete idrica già finanziato, che è stato anch’esso oggetto del tavolo tecnico regionale voluto dal movimento “14 luglio”; la sua esecuzione risolverebbe buona parte dei problemi della rete idrica a partire dalle perdite che rappresentano il principale spreco di denaro dei cittadini. Perché non viene sollecitato malgrado i nostri continui pro-memoria?”

E, infine, la mancata istituzione delle commissioni nonostante le pressioni di Movi@Vento. “L’unica a cui stiamo lavorando – afferma la Buccafusca – è quella relativa allo statuto. Eppure parliamo di organismi importanti per la vita democratica e civile di ogni Comune piccolo o grande che sia. Ci fermiamo qui nella consapevolezza che i temi non si esauriscono in quelli da noi citati; pensiamo al bando per il porto a cui il nostro Comune ha il diritto-dovere di partecipare con scelte collettivamente condivise guardando con la dovuta attenzione all’impatto ambientale. O al Piano strutturale comunale, una vicenda condotta malissimo da tutte le amministrazioni – commissariali e non – e finita peggio, al punto da essere bocciato dai tecnici della Regione Calabria. Potremmo continuare ancora, ma per adesso ci fermiamo qui”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nicotera, il Liceo classico Vinci da oggi diventa “biomedico”

Una scuola moderna, al passo con i tempi, che guarda costantemente al futuro divenendo, così, efficace laboratorio di innovazione. E’ questo il Liceo classico “B. Vinci” del dirigente scolastico Marisa Piro, da oggi “biomedico” insieme ad altri 134 licei scientifici e classici distribuiti in 90 province italiane. La scuola, infatti,…

Leggi tutto »

Vibo Valentia, Cisal e Anief presentano la loro strategia per la Buona Scuola

Convocati  dalla Cisal (Confederazione italiana sindacati autonomi lavoratori) a Vibo Valentia presso l’hotel “Vecchia Vibo”, i quadri della scuola di tutta la regione, per presentare le nuove strategie legate al progetto di sviluppo che la Confederazione, d’intesa con l’Anief, ha messo in piedi per modificare “i tanti errori  che hanno…

Leggi tutto »
Nicotera, Buccafusca (Movi@Vento): "Bilancio decisamente negativo per l'operato dell'amministrazione Marasco"