Nicotera, Giuseppe Sangeniti (DS Comprensivo "Pagano"): "Lavorare attraverso modalità alternative per non far perdere ai ragazzi il contatto con la scuola"
Nicotera, Giuseppe Sangeniti (DS Comprensivo "Pagano"): "Lavorare attraverso modalità alternative per non far perdere ai ragazzi il contatto con la scuola"

MediterraneiNews.it

Nicotera, Giuseppe Sangeniti (DS Comprensivo “Pagano”): “Lavorare attraverso modalità alternative per non far perdere ai ragazzi il contatto con la scuola”

Anche il dirigente scolastico Giuseppe Sangeniti del Comprensivo “Antonio Pagano”, in applicazione alle disposizioni del Dpcm 4/3/2020, in questi giorni, sta lavorando alacremente affinchè tutto sia pronto per avviare nelle varie scuole dell’istituto la didattica a distanza.

Durante l’incontro con i responsabili di plesso del Comprensivo (Infanzia di Nicotera, Marina, Badia, Joppolo, Caroniti e Coccorino, Primaria di Nicotera, Marina, Badia, Joppolo e Caroniti e Medie di Nicotera e Joppolo), svoltosi nella giornata di ieri, è stato possibile organizzare il lavoro per i giorni di chiusura scolastica e predisporre la strumentazione necessaria affinchè venga avviata la trasmissione diretta (dall’insegnante agli allievi) delle conoscenze previste dalla proposta didattica.

“La relazione umana rimane alla base di qualsiasi rapporto di insegnamento-apprendimento – dichiara Sangeniti –, ma adesso si tratta di governare una situazione di emergenza. In questo momento così complesso, però, è importante non far perdere ai nostri ragazzi il contatto con la scuola e fare sentire loro la nostra presenza, anche se virtuale, attraverso modalità “alternative” rispetto alla didattica ordinaria. Gli studenti  hanno bisogno di sapere che i docenti pensano a loro e continuano ad essere punti di riferimento per ciascuno, nell’attesa, ci auguriamo breve, di poter riprendere a pieno ritmo tutte le attività reali che costituiscono il valore aggiunto della nostra scuola”.

I docenti del Comprensivo sono pronti ad attivare, con i propri allievi, avendo a riferimento i suggerimenti del Miur, forme “altre” di comunicazione in modo da non interrompere il dialogo educativo. Attraverso le principali piattaforme messe a disposizione dal Ministero, quindi, ma anche grazie ad altri strumenti, gli insegnanti condivideranno con gli alunni, ai fini di una fattiva didattica a distanza, materiali cartacei o lezioni in power point, video lezioni ad hoc, impiegando piattaforme per classi virtuali quali First Class, Weschool, Moodle, Edmodo e spazi di archiviazione e condivisione di materiali didattici, rappresentati dai cloud (Google Drive, iCloud ecc.).

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Per Trenitalia, in Calabria i treni viaggiano con puntualità

Più di 19.300 treni per un totale di oltre 2 milioni di chilometri percorsi, con un indice di regolarità (corse effettuate rispetto alle programmate) del 99%, una puntualità reale (arrivo entro i 5 minuti dall’orario previsto) al 90%, e soltanto l’ 1% delle corse cancellate e il 4% in ritardo…

Leggi tutto »

Terremoto in Grecia (4.3) avvertito anche in Calabria

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 è stata registrata alle 23.02 di ieri al largo delle isole Ionie, in Grecia. La scossa è stata avvertita anche sulla costa est della Calabria. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) e dell’agenzia sismologia statunitense Usgs, il sisma ha avuto…

Leggi tutto »
Nicotera, Giuseppe Sangeniti (DS Comprensivo "Pagano"): "Lavorare attraverso modalità alternative per non far perdere ai ragazzi il contatto con la scuola"