MediterraneiNews.it

Joppolo. Rivolta, con sequestro di persona, nel centro di accoglienza per minori, a causa degli arretrati alla paghetta giornaliera.

Durante la notte tra il 26 ed il 27 dicembre i Carabinieri della Compagnia di Tropea intervenivano in massa presso il centro di accoglienza per minori stranieri non accompagnati denominato “Da Donna a Donna ONLUS” sito in località Policari di Joppolo. I militari, arrivati sul posto, trovavano una ventina di ospiti che impedivano materialmente l’uscita, mediante la collocazione di arredi vari, dei dipendenti e della responsabile del centro, chiedendo di ricevere, oltre alla paghetta giornaliera meglio nota come  pocket money che spettava loro quel giorno, un ulteriore pocket money a causa di mancate erogazioni nei mesi precedenti. I militari, dopo una lunga mediazione, riuscivano a ricomporre la sedizione ed a permettere l’erogazione del pocket money, originalmente previsto, denunciando però per sequestro di persona, i 6 minori, tutti di provenienza africana, per il sequestro di persona patito dalle tre vittime.

Joppolo è un comune confinante con la vicina Nicotera dove in quest’ultimo anno si è costituito un Comitato per protestare contro un Centro di Accoglienza che avrebbe dovuto ospitare 168  migranti, ma tra ricorsi al TAR, esclusione di una associazione partecipante al bando motivi di inquinamento mafioso  e di due altre che si sono ritirate dopo l’aggiudicazione, e tra le criticità esposte e documentate dal Comitato, siamo arrivati alla data di scadenza del bando prevista il 31.12.2017 e, pertanto, è ragionevole ritenere che è saltato il bando e non ci sarà più l’arrivo dei migranti presso la struttura alberghiera individuata.

O si procederà a nuovo bando o cadrà ormai nel dimenticatoio l’ipotesi migranti a Nicotera. Rimane valida però la richiesta del Comitato che aveva avanzato l’ipotesi di uno Sprar, strumento più idoneo con 18 posti rispetto ai 168 previsti nel Centro Accoglienza.

 

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

A Lamezia Terme si combatte la mafia con le sole armi della cultura

Al via, da domani, i primi appuntamenti aperti al pubblico della XIII edizione di “Politicamente Scorretto”, il progetto culturale ideato nel 2005 dall’istituzione (oggi servizio) “Casalecchio delle Culture” con Carlo Lucarelli, per combattere le mafie e la corruzione con le sole armi della cultura. Si inizierà alle 21, presso la “Casa della Conoscenza”…

Leggi tutto »

Esponente della Lega Nord in Calabria, meglio conosciuto come “l’Aquila della Piana”, incespica, annaspa e spara…zzate…

Dal blog di Pino Macino, Pupari & Pupi. Ci sentiamo di solidarizzare con l’amico Pino. Torno dopo le dieci di sera da una durissima giornata di lavoro e mi consolo, prima di cenare,  occupandomi dell’Aquila della Piana, il Renato Bellofiore , ora esponente locale della Lega di Verona, e molto …

Leggi tutto »