MediterraneiNews.it

Roccabernarda (KR), incontro con gli alunni della Media

Presso la scuola Media dell’istituto Omnicomprensivo “D. Borrelli”, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Petilia Policastro ed il Maresciallo Vice Comandante della Stazione di Roccabernarda hanno tenuto un incontro con circa 60 alunni confrontandosi su temi relativi la legalità.

Nel corso dell’incontro, oltre ad una rapida premessa sui compiti dell’Arma dei Carabinieri e come questa sia capillarmente diffusa sull’intero territorio nazionale, nelle sue varie componenti territoriali e specialistiche, sono state esposte le problematiche inerenti alcuni atteggiamenti prevaricatori che possono sfociare nel bullismo ed il cyberbullismo, che si è evoluto attraverso i social network e le nuove tecnologie, l’uso e consumo di droghe ed alcool.

Particolare attenzione è stata posta inoltre sull’utilizzo del web, sugli acquisti online e sui social network, strumenti utilissimi, ma pieni di insidie nel caso di un utilizzo poco avveduto. Così gli studenti sono stati sensibilizzati, citando anche casi concreti, a porre maggiore attenzione alla diffusione di fotografie e dati personali che potrebbero essere utilizzati in maniera impropria.

Nel confronto, dagli argomenti trattati, è stata perseguita anche la finalità di alimentare il tradizionale rapporto di integrazione e di dialogo con la popolazione, particolarmente difficile nei territori culturalmente caratterizzati dalla presenza scarsamente percepita delle Istituzioni, che hanno lasciato spazio, soprattutto in passato, al radicamento di fenomeni di natura criminale.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Mileto: Lite tra fratelli a colpi d’ascia.

E’ Domenico Grillo, 76 anni di Mileto, il protagonista di un ennessima storia che rischiava di finire male qui nel vibonese. Il Grillo infatti ha colpito con un’arma da taglio, probabilmente un’ascia, il fratello, R.G., 70 anni, ferendolo alla mano, per poi scagliarsi anche contro la moglie di quest’ultimo. Il fatto…

Leggi tutto »

Incendiata l’auto di una collaboratrice del presidente provinciale della Sezione Turismo di Confindustria

Hanno bruciato l’auto di una sua collaboratrice, ma Gianni Imparato, presidente provinciale della Sezione Turismo di Confindustria, ritiene di essere lui il vero bersaglio dell’intimidazione. L’imprenditore infatti, già in passato, avrebbe ricevuto delle richieste estorsive, denunciando l’accaduto ai carabinieri che fecero arrestare i presunti autori, legati alla cosca La Rosa. Imparato…

Leggi tutto »