MediterraneiNews.it

La commissione elettorale convalida la lista “Rinascita nicoterese, comincia la sfida contro il quorum

 La commissione elettorale ha convalidato la lista “Rinascita nicoterese”. Inizia così la campagna elettorale e Pino Marasco, candidato a sindaco, può avviare la caccia ai 3.418 voti che gli occorrono per insediarsi a palazzo Convento, sede municipale. Ad affiancarlo ci saranno, naturalmente, i nove candidati alla carica di consigliere anziché dodici, nonché i sostenitori del suo schieramento, che, essendo politicamente collocato nell’area di centrodestra, potrà contare sul sicuro supporto del senatore azzurro Giuseppe Mangialavori. Se i dati storici possono servire a qualcosa, Marasco può trarre linfa dal fatto che negli ultimi cinque lustri, in altre due occasioni è stata presentata una sola lista e in entrambi i casi il quorum è stato raggiunto e abbondantemente superato. Nel 1994 s’è verificato con Princivalle Adilardi, mentre nella primavera del 2008 a fare festa fu Salvatore Reggio. C’è solo dato che non induce a ottimismo ed è quello relativo agli iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire) che un paio di lustri fa era di poche decine di nominativi e che oggi, invece, si attesta a quota 1.889. Non dovesse Marasco superare il quorum, la gestione del Comune passerà nelle mani di un commissario prefettizio sino alla prossima tornata elettorale. Non appare peraltro incoraggiante il clima di indifferenza che da tempo regna in città e che sembra aprire la strada all’astensionismo. Approvata la lista e a bocce nuovamente in movimento, arriva, comunque, qualche commento.

totò ricottilli
totò ricottilli

<Ho trovato ostacoli – afferma Totò Ricottilli – in qualche partito a me vicino, nei tanti giovani che ragionano con vecchie logiche e col sistema dei veti incrociati, nonché nella disaffezione dei cittadini per la politica. Penso – conclude – che torneremo a votare e nella prossima primavera io avrò la stessa età di oggi>. Rammarico per il fallimento del progetto viene manifestato da Enzo Comerci che aveva trovato “il timoniere” nella figura di Totò Ricottilli assieme <a un considerevole e ammirevole numero di candidati a consiglieri, ma non sufficiente a completare la lista>. A suo avviso <qualcheduno non ha colto la grande opportunità di avere una figura di grande spessore, con Nicotera nel cuore, come il prof. Ricottilli il quale con slancio giovanile, capacità e competenza avrebbe potuto dare un notevole contributo nella direzione sperata coadiuvato e supporto dalla squadra che stava prendendo corpo. Non è stato possibile. Peccato!>. Comerci punta, altresì, il dito contro <i tanti anni di sfascio e di scorribande> che hanno stancato la gente allontanandola dalla cosa pubblica. Non risparmia un giudizio sulla lista Marasco che definisce <rimaneggiata e raffazzonata> e che avrà il compito <di giocare una partita contro un avversario invisibile, ma inesorabile e difficile da superare: il quorum>. Augura, comunque, un “in bocca al lupo” a Marasco anche se <temiamo – conclude – che ci resteranno solo le spese che il Comune deve affrontare per approntare le elezioni e che non sono poche>. Appaiono tranquilli, invece, i giovani del movimento “Cambia@Vento”. <Facciamo il nostro in bocca al lupo a Pino Marasco e a tutta “Rinascita nicoterese” – si legge in una loro nota – Noi continueremo a lavorare al nostro progetto in modo inclusivo e aperto a chiunque voglia unirsi portando contributi di idee. Saremo un presidio di cittadinanza attiva e propulsiva, qualunque sarà il responso delle prossime elezioni>.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Nubifragio. La Calabria è stanca

Pino Macino, da Pupari & Pupi La Calabria sprofonda nella melma dell’abbandono. Lo sfasciume pendulo sul mare, così visto da Giustino Fortunato, mostra tutta quanta la sua fragilità. Da cinque giorni piove…e  solo dalla durata delle giornate, quando ancora a sera la luce è imperiosa, ti accorgi  che siamo a…

Leggi tutto »

Sul lungomare di Nicotera Marina esplode il Carnevale

 Un pomeriggio di sana allegria per le strade del capoluogo e della Marina. A cinque anni dalla loro ultima apparizione, i carri di carnevale tornano in città e sul lungomare tra gli applausi della gente numerosa più che mai. A ripristinare la vecchia tradizione sono stati dirigenti e soci del…

Leggi tutto »