Vibonese, tra Joppolo e Nicotera tante le strade provinciali abbandonate
Vibonese, tra Joppolo e Nicotera tante le strade provinciali abbandonate

MediterraneiNews.it

Vibonese, tra Joppolo e Nicotera tante le strade provinciali abbandonate

Prima la strada provinciale 23 chiusa al traffico nel tratto Joppolo-Coccorino dal lontano novembre 2017, poi l’adiacente Sp 25 divenuta il percorso alternativo alla prima, quindi, il restante tratto della 23, Joppolo–Nicotera che, in seguito all’alluvione di giugno, evidenzia palesi criticità così come la Sp 24, Joppolo stazione-Caroniti-Monte Poro, che non si trova in situazioni migliori.

strada provinciale 23
strada provinciale 25

Tutte reti viarie che attualmente versano in uno stato di visibile degrado palesemente abbandonate dall’Ente responsabile, la Provincia di Vibo Valentia. Per questo il sindaco Carmelo Mazza ha chiesto, a tutela degli automobilisti che percorrendole mettono a serio rischio la propria incolumità, un incontro con il presidente dell’amministrazione provinciale, Salvatore Solano, rilevando il preoccupante “isolamento” in cui è stata catapultata Joppolo dopo la chiusura della Sp 23 e il conseguente collasso delle attività commerciali cittadine. Anche l’ex “mulattiera”, la Sp 25, si trova in pessime condizioni, una vera e propria odissea per gli automobilisti costretti a percorrere il “bypass” tra stretti, ripidi e pericolosi tornanti.

Il sindaco Carmelo Mazza

“L’arteria è priva di qualsiasi minimo standard di sicurezza – afferma Mazza – si richiedono, quindi, interventi necessari per garantire una circolazione sicura, pulizia delle scarpate, guardrail a norma, manutenzione del manto bituminoso, apposizione della prescritta segnaletica, realizzazione di isole di emergenza e, infine, consentire il transito soltanto alle autovetture di piccola e media cilindrata e alle ambulanze”.

Lo stesso tratto Joppolo-Nicotera che durante l’ultimo nubifragio è stato interessato da frane e smottamenti con conseguente restringimento della carreggiata in più punti, “alcuni dei quali – dichiara il sindaco – tra due curve pericolose, cunette che sono divenute voragini, ad oggi si trova ancora nelle stesse condizioni causate dall’alluvione, alla stessa stregua della Sp 24 interessata dalla mancanza di segnaletica e guardrail in molti punti, nonché, da frane e smottamenti”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Vibo Valentia: il FAI organizza un interessante giornata per la riapertura del sito archeologico di Cofino.

La delegazione del FAI (Fondo Ambiente Italiano) – sodalizio da sempre molto attivo sul territorio vibonese per tutto ciò che concerne la difesa del patrimonio culturale – si cimenterà il prossimo 15 aprile con una nuova e coinvolgente iniziativa intitolata “Quattro passi nella storia al Tempio di Kore e Demetra”….

Leggi tutto »

Vibo Valentia, arrestato 22enne, continuava a perseguitare l’ex compagna

Saverio Lacquaniti, 22 anni, é stato arrestato dalla Squadra mobile di Vibo Valentia con l’accusa di avere messo in atto una serie di atti persecutori ai danni dell’ex compagna. Il Lacquaniti avrebbe iniziato a perseguitare la donna dallo scorso anno determinando nella stessa un forte stato d’ansia. Il culmine è stato…

Leggi tutto »
Vibonese, tra Joppolo e Nicotera tante le strade provinciali abbandonate