MediterraneiNews.it

Joppolo: il gruppo politico “Insieme per ricominciare” interviene sulla vicenda Taccone.

“Non siamo “tombaroli” e non abbiamo la propensione a frugare negli  altrui profili alla ricerca di allegre compagnie, antiche e nuove amicizie o di post rimossi e potremmo accettare, se mai discepoli incorreggibili, lezioni di moralità pubblica e privata solo da chi ha titolo per darle”.

E’ questo l’incipit di un comunicato del gruppo politico joppolese “Insieme per ricominciare” che ritorna sulla ormai nota vicenda legata all’uscita sui social network di un consigliere di maggioranza che ha destato molto clamore in questi giorni.

“Il consigliere comunale Mimmo Taccone, – si legge nella nota – giovanissimo e onesto lavoratore che porta anche fuori della  nostra regione i  prodotti della nostra terra e il nome della  frazione Caroniti, ha sbagliato, ha riconosciuto il suo errore e non abbiamo elementi per dubitare della sua buona fede, che da quanto si legge viene quasi unanimamente riconosciuta, pur tra gli espressi se e ma. Tuttavia, la incauta sua iniziativa si è prestata, rispetto alle sue palesate intenzioni, ad una opposta lettura, che è in piena antitesi con le ragioni fondanti  del gruppo politico “Insieme per ricominciare” il quale, nel fare proprio il comunicato del gruppo consiliare, ribadisce che nei confronti della criminalità organizzata  e di tutte le mafie e soprattutto di sanguinari criminali, la condanna deve essere sempre e comunque ferma, chiara inequivocabile negli atti, nei comportamenti e con le parole. Su questa linea di fermezza di contrasto e lotta  contro la ndrangheta non ci sono distinguo sia nel gruppo che negli amministratori (sindaco, giunta e consiglieri comunali), i quali non hanno alcun bisogno in siffatta direzione di essere spronati da alcuno”.

“Tuttavia, non ci ha stupito – si legge ancora nella nota in questione – l’utilizzazione strumentale del “post” in questione per  attaccare il sindaco Carmelo Mazza, al quale va tutta la nostra piena e incondizionata solidarietà particolarmente in questo momento che lo vede  impegnato con la giunta e i consiglieri comunali che lo sostengono non nella “malagestione” ma  in un difficile lavoro  di risanamento delle finanze comunali e per rimettere ordine nell’attività amministrativa, con l’obiettivo primario di evitare il dissesto finanziario dell’Ente, che avrebbe un forte impatto negativo sulla cittadinanza, già stremata dal pagamento di tasse,  imposte e canoni  arretrati (dal 2012 a giorni nostri). Un cantiere, – conclude la nota – nel quale noi ci siamo, ma soprattutto è aperto a tutti coloro i quali amano quanto, meno o  più di noi il loro paese e intendono, pur da diverse legittime posizioni, offrire il proprio contributo. Ecco perché facciamo nostro di buon grado l’invito del consigliere Siclari ad una generale natalizia riflessione”.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Scuola di specializzazione in Cardiochirurgia a Catanzaro, Mangialavori (FI) presenta un interrogazione al governo.

Il governo deve spiegare le motivazioni che hanno portato alla mancata previsione di posti statali per la Scuola di specializzazione in Cardiochirurgia dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro. È questa la richiesta che ho avanzato all’esecutivo, in una interrogazione parlamentare con carattere d’urgenza. Lo dichiara in un interoggazione il senatore di Forza…

Leggi tutto »

Catanzaro: sarà Ciconte il candidato del centrosinistra.

Ha sciolto le riserve Vincenzo Antonio Ciconte che questa mattina, presso il circolo di Catanzaro centro (alla presenza del segretario regionale Ernesto Magorno), si è ufficialmente candidato – alla guida di una coalizione di centrosinistra – alla carica di sindaco del capoluogo di Regione. Ciconte – lo riucordiamo – era stato investito…

Leggi tutto »