MediterraneiNews.it

Lunghe code agli sportelli, in tilt la struttura ospedaliera

Nicotera, struttura ospedaliera nel caos. Lunghe file agli sportelli, macchine parcheggiate in ogni luogo, nervosismo alle stelle. E mentre i vertici dell’Asp stanno a guardare, la gente impreca e mette nel mirino i pochi dipendenti che non sanno più come frenare la rabbia degli utenti costretti ad estenuanti file per pagare il ticket o prenotare una visita. La situazione agli sportelli era insostenibile quando gli operatori erano due, figurarsi ora che uno dei due è stato collocato in pensione. Anzi, no. Dopo aver assaporato la tranquillità delle pareti domestiche per qualche giorno, è rientrato in servizio. Per un errore probabilmente commesso dall’azienda sanitaria nella stesura del testo della delibera di collocamento in quiescenza, la dipendente è stata costretta a rientrare in servizio e non si sa per quanto tempo ancora. Il suo stazionamento dietro lo sportello, comunque temporaneo, non ha spostato di molto la situazione a causa delle continue interruzione della linea Internet, inconveniente questo che si sta ripetendo con puntualità specialmente in questi ultimi giorni.

A rendere insostenibile la situazione contribuisce notevolmente anche il fatto che in questi giorni gli uffici addetti devono provvedere anche al rinnovo del ticket esenzione per reddito con gli utenti che arrivano da tutto il territorio dell’ex distretto sanitario sul quale gravano circa 50mila abitanti. Arriva gente anche da Tropea dove pare esistano difficoltà sempre legate alla carenza di personale. Stando così le cose, le operazioni di rinnovo ticket dureranno almeno un paio di mesi. Al momento tutto grava su due dipendenti di cui uno a tempo pieno ed un altro con orario ridotto per motivi di salute. Normale, di conseguenza, assistere a lunghe file anche nei corridoi. File che si protraggono sino a poco prima dell’orario di chiusura allorchè tutti quelli in attesa, prima di chiudere le porte, vengono fatti entrare per il disbrigo delle loro pratiche. Da sottolineare che, a differenza di altri posti, negli uffici di Nicotera la procedura per l’esenzione ticket viene completata nell’ambito della stessa mattinata anche per evitare alle persone di tornare un altro giorno. Tra l’altro, gli uffici in questione, oltre che al rinnovo del ticket, devono provvedere anche a revoche e scelte dei medici spesso anche per utenti provenienti da Tropea e dintorni. Sino a quando l’Asp starà a guardare?

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Lutto per la chiesa: scompasro prematuramente il sacerdote nicoterese Francesco Ferraro.

Era di origini nicoteresi padre Francesco Ferraro, il sacerdote venuto improvvisamente a mancare nella giornata di ieri. Ferraro – da tutti descritto come  persona  schiva e riservata ma dal cuore grande pronto ad aiutare chi ne aveva bisogno – sarebbe stato colto da un infarto anche se per stabilire le  cause del…

Leggi tutto »

Gruppo Protezione Civile di Nicotera si attrezza con corsi e nuove specializzazioni. Un contributo di trasparenza, civiltà e legalità verso la comunità.

Il gruppo del Centro Italiano Protezione Civile di Nicotera, dopo aver seguito il corso di formazione di b.l.s.d. (basic life support-defribillation) con fondi ricevuti in donazione dalla popolazione ha acquistato un defibrillatore. Di recente il gruppo è stato anche presente alla tendopoli di San Ferdinando organizzando il montaggio delle tende…

Leggi tutto »