Anche a Nicotera è allarme cinghiali Anche a Nicotera è allarme cinghiali

MediterraneiNews

Anche a Nicotera è allarme cinghiali

Allarme cinghiali in città. A denunciare la problematica un gruppo di residenti in zona “campo sportivo”, sulla strada provinciale 23 che collega Nicotera a Joppolo, dove durante le trascorse notti decine di cinghiali avrebbero distrutto colture private devastando orti e terreni agricoli.

“Siamo assediati da questi animali– affermano allarmati i cittadini –. Abbiamo coltivato diversa frutta e verdure ma, puntualmente, ci siamo ritrovati i campi deturpati, nonché, numerose buche sul terreno, particolarmente in prossimità di alberi. Non siamo padroni di coltivarci un orticello perché non abbiamo più la certezza di poter raccogliere quello che andiamo a seminare”.

Nelle passate notti, branchi di cinghiali sarebbero stati avvistati anche sulla strada provinciale 29 che collega Nicotera a Vibo Valentia, in zona “cimitero”, dove un branco di fauna selvatica fuori controllo avrebbe bloccato delle auto di ritorno da monte Poro. Una vera e propria emergenza, quindi, dopo quelle più volte denunciate nell’area dell’Angitola e delle Serre, nel lametino e nella zona ionica catanzarese dove un uomo investito e aggredito da un cinghiale è morto pochi giorni fa.

La devastante presenza dei cinghiali nei territori agricoli non vocati per la specie sarebbe, secondo gli esperti, indice di degrado e dissesto ambientale. Probabilmente ad attirarli sono i campi coltivati, ma anche i sacchi dell’immondizia allocati nella notte davanti alle abitazioni. Fortunatamente il branco non si sarebbe ancora spinto nel centro abitato, ma, bisogna evitare che con il passare del tempo acquisiscano il coraggio di addentrarsi in città.

La paura maggiore, a questo punto, oltre al non sapersi comportare di fronte a tali animali, sono i rischi sulla salute di abitanti, ma anche di animali domestici e allevamenti dovuti alle malattie che possono essere trasmesse da questa invasiva specie selvatica come, ad esempio, la tubercolosi dei quali i cinghiali sono portatori sani del micobatterio. Urgono, adesso, provvedimenti di emergenza per l’eradicazione del fenomeno prima che aumenti ancora con gravi danni per intere zone rurali già alle prese con l’abbandono del territorio ed eventi climatici estremi.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Cosenza, postava fotomontaggi hard delle vittime su facebook. Arrestato stalker

I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Sibari hanno dato esecuzione  all’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip presso il Tribunale di Castrovillari, su richiesta della Procura della Repubblica guidata dal Procuratore Eugenio Facciola e su delega del Pubblico Ministero Antonino Iannotta, nei confronti…

Leggi tutto »

Istituto Comprensivo “Pagano”, al via i corsi Eipass e Cambridge

L’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” del dirigente scolastico Giuseppe Sangeniti, diventa sede di formazione e certificazione “Eipass” e “Cambridge“. La preparazione Eipass sarà attuata in convenzione con la ditta Kernel di Vibo Valentia, mentre la certificazione Cambridge sarà possibile grazie alla convenzione stipulata tra l’istituto e la British School di Reggio Calabria. I…

Leggi tutto »
Anche a Nicotera è allarme cinghiali