MediterraneiNews.it

Presentata la moneta d’argento per i 50 anni dell’Anps – VIDEO

Nella mattinata odierna, alla presenza del Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli, del presidente dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Domenico Tudini e del Presidente Nazionale dell’Associazione nazionale della Polizia di Stato (Anps), Claudio Savarese, presso la Sala Conferenze dell’Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha avuto luogo la presentazione della moneta d’argento, del valore di 5 euro, coniata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, in occasione della ricorrenza del 50° anniversario dell’Anps, costituita nel 1968 e custode del Medagliere della Polizia di Stato.

La moneta, ideata e disegnata per l’occasione dall’artista Silvia Petrassi, raffigura sul dritto la composizione del logo dell’Anps con il numero 50 e le date 1968 -2018, anno della fondazione e di emissione della moneta, mentre nel rovescio, in primo piano, sono ritratti due rappresentanti dell’Anps in divisa, sullo sfondo di San Michele Arcangelo, ripreso da un particolare di un dipinto di Guido Reni.

Le celebrazioni dell’anniversario seguiranno, inoltre, nei giorni 29 e 30 settembre, unitamente alla ricorrenza di San Michele Arcangelo, Santo protettore della Polizia di Stato.

È possibile acquistare la moneta al costo di euro 38, attraverso le seguenti modalità:

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Joppolo, grande successo per l’iniziativa benefica Unicef

Così come in oltre duemila piazze italiane, l’iniziativa dell’orchidea Unicef è ritornata anche nel comune tirrenico, quest’anno a sostegno dei “Bambini sperduti”, colpiti da conflitti, violenze, calamità, povertà e alla ricerca di una vita migliore. Una due giorni alla quale hanno aderito, insieme a ben 11mila volontari Unicef che si…

Leggi tutto »

Ma quale cartone al posto del gesso. Una falsa notizia che infanga l’Ospedale di Reggio Calabria.

Di cartone, in Calabria, non ci sta più neanche la famosa valigia…che, però, rimane ancora viva nell’immaginario collettivo. Nessuno ha controllato e, come pappagalli, è stata riportata una falsa notizia. I Tg e la stampa nazionale ma anche quelli locali ci son cascati. Il paziente era stato immobilizzato con il…

Leggi tutto »