MediterraneiNews.it

Nardodipace e Fabrizia (VV), controlli a tappeto dei carabinieri nell’area montana delle Serre vibonesi

I Carabinieri delle Stazioni di Nardodipace e Fabrizia hanno effettuato una serie di servizi volti a contrastare i reati in materia di sostanze stupefacenti e armi.

Nella fattispecie sono state effettuate una serie di perquisizioni domiciliari e veicolari che hanno portato al deferimento di 3 persone. In particolare, a Nardodipace, nella frazione Cassari, si è proceduto a deferire un ragazzo 18enne originario del posto per la detenzione di circa una decina di grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana occultata tra i vestiti contenuti all’interno di uno scatolo. In altra perquisizione, invece, si è provveduto a contestare ad un soggetto 67enne, sempre originario di Cassari, l’omessa custodia di uno dei suoi fucili da caccia. Nella fattispecie è stato riscontrato che l’arma non era custodita all’interno dell’armadio metallico, comunque presente all’interno dell’abitazione. I militari, quindi, hanno provveduto ad effettuare il ritiro cautelativo di tutte le armi a disposizione dell’anziano.

A Fabrizia, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno rinvenuto nella disponibilità di un soggetto 26enne originario di Nardodipace un trattore risultato poi, all’esito degli accertamenti, provento di furto in provincia di Napoli. In questo caso il trattore è stato sequestrato in attesa della restituzione al legittimo proprietario.

Condividi questo Articolo

Articoli correlati

Cosenza, individuati e arrestati autore e mandante dell’omicidio Ruffolo avvenuto nel 2011 – VIDEO

La Polizia di Stato, a conclusione di complesse indagini, svolte dalle Squadre Mobili di Cosenza e Catanzaro e dal Servizio Centrale Operativo e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, sotto la guida del Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri, nella tarda serata di ieri ha dato esecuzione ad un’ordinanza che…

Leggi tutto »

Concluso processo San Michele, sei condanne

Sei condanne e tre assoluzioni,  questo il pesante bilancio  del processo San Michele  presso il tribunale di Torino relativo alla presenza della ‘ndrangheta nel Nord Ovest. La condanna più pesante  è di 9 anni e 6 mesi per Vincenzo Donato. Ci sono state anche tre assoluzioni. Il processo si riferiva…

Leggi tutto »